Seguici su:

Attualità

L’evento di Capodanno al PalaLivatino non avrà luogo… per ora

Pubblicato

il

Era tutto pronto per salutare tutti insieme il nuovo anno al PalaLivantino la l’evento del 31 dicembre non si terrà. Almeno per ora. Lo ha annunciato il presidente dell’Sb Basket school Maurizio Melfa con rammarico ma costretto dagli eventi che si stanno configurando da settimane per l’ascesa dei numeri sui contagi. “Sarebbe stato un momento augurale per la ripartenza – ha detto Melfa – ma le condizioni attuali non lo consentono. L’idea era nata da tempo e in quel momento la situazione era assolutamente sotto controllo, ma l’impennata non lo permette più e siamo costretti a prendere una decisione responsabile. Naturalmente i titoli verranno restituiti a quanti ci hanno accordato la loro fiducia”. Si tratta solo di differire di qualche tempo, in attesa di una situazione migliore che consenta di riprendere le vecchie abitudini.

Era tutto organizzato per celebrare il Capodanno 22 in grande stile al Palalivatino e per fare assaporare a Gela l’alchimia dei grandi eventi. Un appuntamento solo da rinviare per un’organizzazione impaziente di poter offrire alla città gelese un importante palinsesto di eventi ludico ricreativi finalizzati al rilancio socio economico del comprensorio. Ad affermarlo un fiducioso Maurizio Melfa, Presidente della SD Basket School Gela e promotore dell’iniziativa: “Data anche la volontà di lanciare un messaggio di unità, avevamo scelto per la ripartenza di affidarci ad artisti gelesi e ad un evento davvero importante capace anche di lanciare un messaggio preciso di coinvolgimento e di aggregazione, ma in questo momento la nostra priorità è e deve essere quella di salvaguardare la salute di tutti e dare seguito ai provvedimenti contenuti nel recente DPCM, evitando così che i contagi di queste settimane possano proliferare: Per questo siamo costretti a annullare il Gran Gala di Capodanno al Palalivatino in programma il prossimo 31 Dicembre. La scelta più responsabile e la conseguenza naturale dettata dalla impennata dei casi di contagio registrati nel corso degli ultimi giorni nel nostro territorio.
Dispiace non poter realizzare la manifestazione ma era importante lanciare un messaggio di speranza ai nostri concittadini: la Vita è una lunga corsa ad ostacoli in cui sta a noi non smettere mai di provare ad andare avanti e crederci sempre. Un sentito grazie agli Artisti, per la loro sensibilità e la vicinanza mostrata, e a tutte le persone che si sono impegnate e che hanno contribuito all’organizzazione del Gala di Capodanno. Un arrivederci a presto a tutte quelle persone che avevano già assicurato la loro presenza, i titoli saranno ovviamente rimborsati e speriamo di poterci ritrovare il più presto possibile. Che il 2022 possa essere un anno più sereno e un momento di ripartenza per la nostra amata comunità.”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Vasto incendio sulla SS 626 in territorio di Butera

Pubblicato

il

Traffico rallentato per visibilità zero sullo scorrimento veloce Gela – Caltanissetta. Non si tratta di nebbia ma di un vasto incendio che ha interessato una collinetta in territorio di Butera. Suo posto, oltre ai vigili del fuoco e alle guardie forestali sono arrivati anche gli agenti della polizia municipale. L’incendio si è verificato a metà mattinata .

Continua a leggere

Attualità

Nursind: niente incentivi per gli infermiei del 118

Pubblicato

il

Niente incentivi da inizio anno per oltre 200 infermieri che prestano attività incentivante sui mezzi di soccorso del 118. La stragrande maggioranza attende da febbraio, a Gela anche da gennaio: denunciano tutti gravi ritardi nell’erogazione degli emolumenti, in media 600-700 euro a lavoratore. Lo segnala il Nursind di Caltanissetta che in una nota ai vertici dell’Asp, alla Regione e alla Prefettura spiega di avere ricevuto “ripetute segnalazioni pervenute presso la nostra segreteria provinciale di Caltanissetta, secondo le quali agli operatori sanitari non è stata corrisposta nessuna mensilità del corrente anno solare. Considerando che tali somme vengono costantemente inviate dall’assessorato alla Sanità regionale, risulta incomprensibile che risorse non giungano regolarmente nelle tasche di chi, con grandi sacrifici, abnegazione e professionalità riconosciuta, soprattutto in questo recente ed ancora attuale periodo di pandemia, opera incessantemente per garantire una risposta sanitaria efficace e concreta, sobbarcandosi di carichi di lavoro, come a voi segnalato in precedenti missive, eccessivi e logoranti”.
Il Nursind, guidato da Giuseppe Provinzano, quindi aggiunge: “Secondo questa segreteria, non può bloccare la retribuzione di questi compensi, la procedura burocratica in seno agli uffici amministrativi dell’Azienda sanitaria provinciale di Caltanissetta, né può essere un motivo plausibile l’assenza di un direttore amministrativo, non possono essere questi i motivi che impediscono la retribuzione di queste somme, somme che in questo periodo storico considerando l’aumento dell’inflazione e del caro-vita, sono indispensabili per i nuclei familiari. Chiediamo e pretendiamo che le mensilità dell’attività infermieristica, svolta presso il 118 da inizio anno per gli infermieri collaboratori professionali sanitari della provincia,  vengano liquidate con la busta paga del mese di luglio. Invitiamo tutti gli enti preposti ad attivarsi celermente per poter restituire dignità a questi operatori definiti pure “eroi”, ma che spesso vengono umiliati e mortificati dalle istituzioni”.

Continua a leggere

Attualità

La corsia d’emergenza che di emergenza non è…

Pubblicato

il

Che ci fa una corsia di emergenza in una strada a doppio senso di circolazione e larga pochi metri? Rientra fra i misteri di Gela. Quest’ anno la Ztl ha regalato questa novità. Sulla carreggiata è contrassegnata come corsia di emergenza ma ci passano i mezzi in doppio senso di circolazione.

La corsia di emergenza o di soccorso è una corsia delle strade a più corsie (ed in particolare delle superstrada  e delle autostrade) destinata alla fermata dei veicoli in avaria o in difficoltà, ed alla circolazione dei veicoli di controllo, assistenza e soccorso. L’art. 3 del codice della strada la definisce: corsia, adiacente alla carreggiata, destinata alle soste di emergenza, al transito dei veicoli di soccorso ed, eccezionalmente, al movimento dei pedoni, nei casi in cui sia ammessa la circolazione degli stessi.

Ne abbiamo parlato con l’ esperto Giuseppe Migliore

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852