Seguici su:

sport

Melfa’s, è stata la gara della svolta? Arriva la prova del nove contro l’Orsa Barcellona 

Pubblicato

il

La sconfitta è stata pesante e beffarda, certo. Ma analizzarla a cinque giorni di distanza, presenta scenari diversi rispetto alle riflessioni svolte a caldo: che sia stata proprio quella di sabato scorso la gara della svolta per la Melfa’s Gela? Il roster biancorosso, arrendendosi all’overtime contro l’Alfa Catania dopo una partita a lungo “comandata”, ha comunque mostrato i primi segnali del processo di crescita intrapreso ad inizio stagione.

Una stagione in cui ogni velleità di alta classifica è stata accantonata per concentrare gli sforzi societari sul consolidamento del PalaLivatino e la creazione di una cantera di prospettive internazionali. Ma quello “zero” alla voce punti in classifica stride, e non poco, rispetto alla stessa programmazione iniziale. Eppure, anche se siamo già a gennaio inoltrato, forse la svolta sarebbe vicina.

«Non avevamo assolutamente messo in conto di avere zero punti a questo punto della stagione – ammette il general manager Giovanni Di Buono – ma, al di là della comprensibile amarezza per l’esito dell’incontro, crediamo che sabato scorso contro l’Alfa Catania sia arrivata la reazione che aspettavamo, da parte di un gruppo molto giovane ma che dimostra di essere in fase di crescita». Domenica alle 18 sul campo dell’Orsa Barcellona, nella terza giornata di ritorno di Serie C Gold, se ne saprà di più.  

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sport

Gela calcio, giorni “sospesi” tra Eccellenza, Serie D e la sentenza Bellomo

Pubblicato

il

Il dato certo al momento è soltanto uno: il Gela calcio di diritto parteciperà al prossimo campionato di Eccellenza. La conduzione sportiva sarà nuovamente affidata al riconfermato diesse Alessandro Bonaffini, la guida tecnica invece – salvo clamorose novità – sarà ancora di mister Andrea Pensabene. Fin qui nulla di nuovo. Poi ci sono le suggestioni e le incognite. I contatti con il Canicattì, per rilevare dalla società biancorossa una matricola che vale la Serie D, da più di una settimana si sono arenati, ovvero da quando è uscito allo scoperto il forte interesse di Massimo Romagnoli.

Discorso chiuso del tutto? Nì. Perché da un lato i termini per effettuare il cambio di denominazione in caso di acquisizione di titoli sportivi è stato prorogato al prossimo 15 luglio, dall’altro perché l’interesse della dirigenza del Gela per il titolo del Canicattì continua ad essere forte. E lo è anche perché sul futuro del Gela nel prossimo torneo di Eccellenza si aggira come uno spettro l’incognita dei punti di penalizzazione rispetto al caso Bellomo. Il prossimo 27 giugno è attesa infatti la sentenza della Corte federale d’appello rispetto al ricorso della Procura dopo il -9 nel campionato 2023/24, cui il Gela era stato condannato dal Tribunale federale territoriale: una pena, secondo il procuratore Paolo Mormando, non realmente afflittiva.

Il Gela, tramite i suoi legali, ha ovviamente esposto anche in questa occasione le proprie ragioni che verranno esaminate, ma il rischio di una forte penalizzazione con cui presentarsi ai nostri di partenza del torneo è tutt’altro che trascurabile. Anche da qui la volontà della dirigenza gelese di non chiudere definitivamente le porte ad un Serie D che verrebbe affrontata senza penalizzazioni di classifica ma anche, presumibilmente, con un budget minore.

Perché impostare un campionato di Eccellenza con l’obiettivo di vincere richiede un investimento molto oneroso, fino al doppio di quanto costerebbe un campionato di Serie D impostato con l’obiettivo di mantenere la categoria. Definitive prese di posizione da parte della società gelese al momento non ce ne sono e la sensazione è che questa fase di stallo possa proseguire ancora per qualche giorno. Resta grande, sullo sfondo, l’attesa delle migliaia di tifosi biancazzurri. 

Continua a leggere

sport

Padel, Serie D maschile: sconfitta interna decisiva per l’Asd Santa Lucia

Pubblicato

il

Sconfitta casalinga per l’Asd Santa Lucia nel campionato di Serie D maschile di padel: secco ko contro l’Isla Caltanissetta, che vince 3-0. Per i gelesi sono scese in campo le coppie formate da Scollo e Gulizzi, Cammalleri e Greco, Fraglica e Lo Chiano.

Ad accedere alla fase regionale è così la formazione nissena. Dispiacere ma anche orgoglio per il percorso fatto in casa Asd Santa Lucia, dove adesso si punterà tutto sul cammino della squadra femminile.

Continua a leggere

sport

Nuova Città di Gela, arriva D’Antoni. Giovedì la presentazione del nuovo progetto sportivo

Pubblicato

il

In casa Nuova Città di Gela c’è grande fermento in vista della stagione sportiva 2024/25. Stagione che vedrà la squadra giallorossa ai nastri di partenza del campionato di Serie C, con una nuova guida (non ancora ufficializzata): quella del presidente Giuseppe Panebianco. Ma i colori sociali e il nuovo presidente non sono le uniche novità importanti.

Ecco perché è stata organizzata una presentazione ufficiale del progetto Nuova Città di Gela, in programma giovedì 20 giugno alle 19.30 al BCool beach. Potrebbero essere resi noti non solo i nuovi soci che prenderanno parte al rinnovato percorso sportivo, ma anche gli orizzonti di mercato che la società sta già inseguendo sia in tema di nuovi acquisti che mettendo a punto importanti riconferme.

Nel frattempo, la Nuova Città di Gela ed il Volley Gela comunicano di aver raggiunto l’accordo per il prestito dell’atleta Corinne D’Antoni: centrale classe 2000, entra a far parte della compagine giallorossa dopo essere stata protagonista nell’ultima stagione con la maglia del Volley Gela, conquistando la promozione in Serie D.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852