Seguici su:

Flash news

Pellegrino: “Dietro l’impennata dei contagi c’è l’inadeguatezza di chi governa Gela”

Pubblicato

il

Per il consigliere di Diventerà bellissima Gabriele Pellegrino la responsabilità dell’impennata dei contagi sta nell’inadeguatezza dell’amministrazione comunale ad affrontare la situazione.”Va detto senza giri di parole: la situazione è sfuggita di mano . La mano, però , che avrebbe dovuto controllare , vigilare , prendere anche decisioni impopolari , è dell’Amministrazione” – esordisce Pellegrino.Che poi aggiunge:
“Il numero esorbitante dei positivi di ieri, 91, prima di tutto ci racconta una storia .É la storia di una città guidata con inadeguatezza capacità di individuare le priorità , è la storia di una città impantanata nella emergenza , nelle dispute tra Asp e Comune .Il numero in aumento dei positivi ci racconta la verità e la verità è che chi doveva vigilare non ha vigilato , chi doveva prefigurarsi gli scenari futuri , ha giocato il ruolo di chi ritiene di essere il Re sole nell’attesa di ampliare la sua corte.È la storia di una città nella quale , la vera emergenza , è diventata una politica di maggioranza  che sussurra e invece dovrebbe gridare , battersi, difendere.E invece , proprio in questo momento , proprio ora che l’ecatombe dei positivi incombe , Il Sindaco , insieme ai suoi sodali, ha un unico pensiero: far reggere la sua traballante maggioranza , insufficiente maggioranza , creando , progettando , poltrone e sofà per l’occasione . Questo è il tema : il tema è che non ci sono priorità o se ci sono , sono quelle sbagliate . Sono le priorità di un Sindaco , di un’Amministrazione, di una maggioranza che a lungo hanno invitato all’unione ma l’unica alla quale stanno badando è la propria dedicandosi soltanto a restare in piedi politicamente , sono le loro priorità , non le priorità di una città con commercianti vessati, categorie in ginocchio , uomini e donne investiti dal sistema della modalità Greco che tanto bada solo ai suoi numeri ( quelli politici ), che solo di quelli si interessa tentando disperatamente di rimanere in piedi ,tentando di concedere assessorati per evitare che – proprio quei numeri- gli manchino in Consiglio comunale .Questo è il fallimento di questa Amministrazione , un’amministrazione cieca con le priorità di questo momento e ormai esercitata solo nel manifestare la propria irrilevanza raccontandosi esattamente per ciò che è”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Auto rubata e pistola illegale: la Gdf arresta un ventitreenne

Pubblicato

il

Nei giorni scorsi, i Finanzieri del Gruppo della Guardia di Finanza di Gela hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un ventitreenne per il reato di detenzione illegale di un’arma da sparo.


Nel corso di un servizio di controllo economico del territorio, le Fiamme Gialle hanno individuato un’autovettura ferma in sosta lungo una strada isolata dell’agro di Niscemi.

Alla vista della pattuglia, l’occupante del mezzo si è dato alla fuga a piedi, cercando di occultarsi in un campo coltivato nelle vicinanze.
I militari operanti hanno proceduto immediatamente ad intimare l’alt e al contestuale inseguimento del giovane che, all’altezza di una vasca per la raccolta delle acque, vi ha lanciato una pistola detenuta nei pantaloni.
Una volta raggiunto, il fuggitivo è stato prontamente bloccato. Poco dopo, è stata recuperata anche l’arma, un revolver marca Smith&Wesson mod. 686, carico con 6 cartucce calibro 357 Magnum.

La successiva perquisizione dell’autovettura, risultata oggetto di furto, ha permesso di rinvenire due maschere in plastica e tessuto, due passamontagna e una tuta da lavoro.
Al termine delle attività di rito, su disposizione del P.M. di turno, l’indagato, è stato tradotto presso la locale casa circondariale, a disposizione dell’A.G.. A seguire, il Giudice presso il Tribunale di Gela ha convalidato l’arresto.

Continua a leggere

Attualità

Il ministro Salvini: ecco i fondi per la tangenziale di Gela

Pubblicato

il

395milioni di euro per il completamento della tangenziale di Gela.

“I fondi ci sono: la Corte dei conti ha registrato la delibera Cipess del 27 dicembre scorso, con la quale è stato approvato l’aggiornamento 2022 del Contratto di programma Anas del valore di 4,5 mld, rendendo così disponibili le risorse per emanare i bandi. Lo schema di progetto anche. I lavori interesseranno le statali n. 626 e n. 115, relativi ai lotti 7 e 8 di completamento della tangenziale gelese. Un’arteria strategica, che collegherà strade fondamentali per la viabilità locale, aprendo due varchi essenziali verso Catania e Caltanissetta ed il resto della Sicilia. Vogliamo far ripartire i cantieri e sbloccare opere. Non ci fermeremo”. Lo dice il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Continua a leggere

Attualità

Mancanza d’acqua, lezioni interrotte a scuola

Pubblicato

il

Da qualche giorno, le attività didattiche alla scuola Santa Maria di Gesù, sono interrotte alle 11 perché non è possibile consentire agli alunni il normale accesso ai servizi igienici per mancanza d’acqua.

E’ un problema abbastanza serio che coinvolge centinaia di studenti e di conseguenza anche i loro genitori, costretti a ritornare appena dopo tre ore a riprendere i loro figli e a portarli a casa. Il dirigente scolastico Maria Lina La China, ha interessato del grave disagio gli organi competenti al fine di risolvere il disagio nel più breve tempo possibile.

Si tratta del malfunzionamento dell’impianto idraulico nella sede di via Ventura, ala ovest che ospita al primo piano la primaria del comprensivo San Francesco e al piano terra le sezioni della direzione didattica statale II circolo.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852