Seguici su:

Politica

Per Aricò le dimissioni di Musumeci sono un atto d’amore verso i siciliani. Per Lupo puro calcolo

Pubblicato

il

PALERMO. «Le sue dimissioni per consentire di accorpare le Regionali alle Nazionali sono state l’ennesimo atto d’amore di Nello Musumeci nei confronti della Sicilia. Votare in un unico giorno, infatti, farà risparmiare 20 milioni di euro alla nostra Regione ed eviterà una doppia chiusura delle scuole». Lo ha detto Alessandro Aricò, capogruppo all’Ars di DiventeràBellissima, durante il suo intervento in aula e aggiungendo: «Questa legislatura è stata certamente positiva per il lavoro svolto qui all’Ars e per i risultati raggiunti dal governo regionale. Nonostante una pandemia di portata storica che ha condotto il mondo sull’orlo del baratro e la guerra recentemente scoppiata nel cuore dell’Europa, il “sistema Sicilia” non solo ha retto ma è in evidente ripresa. I disastrosi conti ereditati dal precedente governo regionale sono stati in gran parte risanati e ottimi risultati sono stati raggiunti in settori vitali come la Sanità- con migliaia di assunzioni e stabilizzazioni- il Turismo- con arrivi record dopo anni di crisi- e le Infrastrutture, con decine di cantieri aperti, anche ovviando a colpevoli inerzie del governo nazionale. La Regione ha nuovamente espletato concorsi e fatto assunzioni dopo ben 25 anni ed abbiamo ottenuto il fondamentale riconoscimento in Costituzione dell’insularità della Sicilia, grazie al quale saranno promosse le misure necessarie a rimuovere gli svantaggi che finora hanno penalizzato i siciliani. Come ha sottolineato lui stesso, Musumeci darà il massimo per la sua terra fino all’ultimo giorno della legislatura e noi saremo al suo fianco sempre nell’interesse dei siciliani che lo hanno voluto presidente della Regione».


“Musumeci si è dimesso per puro calcolo politico, la scusa di non volere far chiudere le scuole per due giorni è ridicola. Comunque avrebbe fatto bene a dimettersi prima”. Lo ha detto Giuseppe Lupo capogruppo del Pd all’Ars a margine della seduta di oggi durante la quale sono state comunicate in aula le dimissioni del presidente della Regione Nello Musumeci.
“Musumeci ha anticipato la fine della legislatura per tentare di aumentare il suo potere contrattuale nei confronti del centrodestra rispetto alla sua candidatura – ha aggiunto Lupo – al di là del fatto che l’election day ha dei vantaggi, Musumeci avrebbe fatto meglio a dire le vere motivazioni della sua scelta”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

Due giorni cruciali per le scelte di candidati ed alleanze all Ars

Pubblicato

il

Sono 48 ore decisive per definire i candidati alla presidenza della Regione e le alleanze. I Cinquestelle raccolgono “follia e coraggio” e vanno a parlare con Caterina Chinnici per sottoporle nove punti programmatici.È la linea scelta dal gruppo Cancelleri – Di Paola che vorrebbero salvare l’alleanza con il Pd mentre una parte del movimento siciliano non è d’accordo.Ventiquattro ore di attesa per sapere chi sarà il candidato presidente del centrodestra.La decisione finale domani a Roma.Si sceglierà il partito che dovrà esprimere il candidato presidente.Si parte senza veti per nessuno, Musumeci compreso. Decisioni importanti che porteranno alla chiusura delle liste all’Ars e daranno una spinta anche per gli ultimi accordi per le Nazionali.

Continua a leggere

Politica

Assemblea M5S, Di Paola: “Col Pd o no? Dalla Chinnici e dagli alleati impegno sui temi, altrimenti pronti ad andare da soli”

Pubblicato

il

Palermo – “La coalizione col Pd? Se resterà in piedi dipende da una ferrea convergenza sui temi, sui quali non arretreremo di un centimetro. Per questo chiederemo subito un incontro urgente con Caterina Chinnici e con le altre forze della coalizione del fronte progressista. Porteremo sul tavolo nove temi siciliani, come nove erano i punti sottoposti da Conte a Draghi, e se diranno no solo ad uno di questi allora saremo pronti a rompere l’alleanza e ad andare da soli”.  
Lo ha affermato il referente del M5S in Sicilia Nuccio Di Paola, a conclusione dell’assemblea regionale del Movimento 5 Stelle tenuta a Palermo.
“Alla luce di quanto successo a Roma – dice Di Paola – il cammino della coalizione progressista non è scontato come quando è stato avviato e come è stato evidenziato da numerosi interventi fatti oggi in assemblea, dove si sono registrati posizioni a favore e posizioni contrarie al proseguimento del percorso delle presidenziali siciliane”.
“In ogni caso – continua Di Paola –   proprio come ha detto il presidente Conte in collegamento da remoto, il nostro campo sarà quello giusto. Dobbiamo far pesare, come ha sottolineato Conte, i nostri principi, i nostri valori, la nostra ferrea intransigenza sui temi”

Continua a leggere

Flash news

L’on. Ketty Damante disponibile per la candidatura alle Politiche

Pubblicato

il

Ketty Damante non sarà candidata alle Regionali. Ha dato la sua disponibilità a Giuseppe Conte per la candidatura alle Politiche. Una decisione presa con gli amici e con i componenti del Movimento. Lo ha reso noto la stessa deputata uscente nella sua pagina social. Alle Regionali quindi andrebbe candidato per la seconda volta Nuccio Di Paola coordinatore regionale dei Cinquestelle mentre Pietro Lorefice aspira a essere riconfermato come candidato al Senato.

L’on. Damante ha svolto il suo mandato all’Ars per due anni subentrano a Cancillleri nominato sottosegretario.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852