Seguici su:

Flash news

Ugl proclama lo stato di agitazione del personale di pulizia degli ospedali

Pubblicato

il

La Segreteria Provinciale dell’Ugl ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori afferenti all’appalto di pulizie presso i presidi ospedalieri di Caltanissetta e Gela. Una decisione che nasce dal fatto che l’Amministrazione dell’ASP ha comunicato che l’intervento sostitutivo per il pagamento della mensilità di dicembre e tredicesima ha rilevato criticità nel corso dell’iter di approvazione del proprio provvedimento deliberativo.
Inoltre, la stessa ASP afferma che non potrà assumersi l’onere di corrispondere i pagamenti delle spettanze economiche ai lavoratori, se non acquisirà un intervento scritto da parte del Prefetto per motivi di ordine sociale ovvero, una sentenza del Giudice di pace, quali ingiunzione di pagamento urgente. Per di più, l’ASP non potrà pagare i dipendenti della ditta Nuova Idea, se non riceverà l’uno o l’altro dei
provvedimenti suelencati.
A parere della scrivente quedyo comportamento appare inverosimilmente pretestuoso e assurdo, anche perché ciò che l’ASP afferma e chiede, non è conforme a quanto stabilito dall’art. 30 –
comma 6 del Decreto Legislativo 18/04/2016 n. 50 e s.m.i. (Codice dei contratti pubblici) che dispone
l’obbligo per la stazione appaltante dell’intervento sostitutivo in caso di inadempienza retributiva dell’impresa affidataria.
Pertanto, la segnalazione di inadempienza retributiva della ditta affidataria è stata dall’Amministrazione ASP già appurata e documentata, indi è obbligo della Stazione appaltante a mezzo del RUP, disporre tutte le procedure utili al pagamento sostituivo delle spettanze ai lavoratori, giusta
accordo sindacale sottoscritto dalle parti con verbale del 29/11/2021.
Il sindacato non vuol pensare che un accordo sottoscritto in una sede autorevole dell’ASP con dei rispettabili dirigenti e funzionari, possa essere successivamente smentito da altre figure apicali di
superiore rango, poiché in tal caso l’Ugl potrà pensare che a nulla valgono gli
impegni ragionati e condivisi con le Autorità sanitarie diverse dalla Dirigenza superiore, tanto da pretendere nei prossimi incontri, la presenza al tavolo del Direttore Generale dell’Azienda sanitaria di che
trattasi, quale responsabile unico dell’Amministrazione. L’Ugl fa presente che , alla luce di tutte queste circostanze, nelle prossime ore si potrebbero verificare dei comportamenti adirati da parte dei lavoratori, tali da ledere i principi
fondamentali che regolamentano l’ordine pubblico, di ciò fin da adesso riterrà
totalmente responsabile l’Azienda Sanitaria Provinciale, quale attore irresponsabile e colpevole di una strategia direzionale, di cui si sconosce l’effettiva ragione. Ed ancora: l’Ugl confida nell’intervento del Prefetto, in modo che si possano evitare pericoli di ordine pubblico, che non sarebbe in grado di contenere con disagi per disservizi negli ospedali che sarebbero
devastanti in un momento di assoluta emergenza sanitaria dovuta alle conosciute problematiche pandemiche. Viene chiesto urgentemente un tavolo prefettizio con la presenza della Dirigenza Generale dell’ASP e di quanti altri Dirigenti e Funzionari aziendali per trovare una soluzione evitando proteste e scioperi.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Giornata della legalità: convegno a Niscemi

Pubblicato

il

Si terrà martedì 21 maggio prossimo, alle 16, presso il museo civico di Niscemi, l’incontro promosso dall’ordine dei Giornalisti di Sicilia e dall’Associazione Matrimonialisti Italiani Distretto di Caltanissetta, dal titolo “Riservatezza, casistica, deontologia professionale e diritto all’informazione”.

L’evento rientra nel progetto “Giornata della Legalità”. Saranno presenti, tra gli altri, il sindaco di Niscemi, Massimiliano Conti; il presidente dei giornalisti siciliani, Roberto Gueli; il procuratore aggiunto presso la procura di Caltanissetta, Pasquale Pacifico; il magistrato Giuseppe Ayala e il procuratore di Gela, Lucia Musti.

Continua a leggere

Flash news

Tre mln per progetti di ricerca di nuove fonti idriche e indagini sui dissalatori

Pubblicato

il

Tre milioni di euro per il finanziamento di progetti per la ricerca di nuove fonti idriche, per la valutazione della possibilità di riattivare alcuni dissalatori e per la realizzazione di condotte idriche per alleviare le condizioni di crisi di alcune aree dell’Isola.

È un ulteriore tassello della strategia portata avanti dalla Presidenza della Regione, attraverso la cabina di regia istituita dai vertici di Palazzo d’Orléans, per fare fronte alla crisi idrica che investe la Sicilia. In particolare, 1,7 milioni di euro sono destinati al cofinanziamento del progetto di fattibilità tecnico-economica di tre opere che consentiranno di veicolare importanti quantità di acqua verso zone che presentano situazioni di criticità: il completamento del sistema acquedottistico Ancipa, relativo alla condotta Piazza Armerina-Gela; l’interconnessione del sistema Garcia-Arancio con il sistema irriguo alimentato dalla diga Trinità; l’interconnessione della diga Rubino con la vasca di carico della stazione di rilascio Castellaccio a Paceco. Il finanziamento regionale si aggiunge ai fondi per 1,5 milioni di euro stanziati dal ministero delle Infrastrutture, su proposta dell’Autorità di bacino della Presidenza della Regione.

Un altro milione di euro è stato assegnato al dipartimento regionale Tecnico per lo svolgimento di studi idrogeologici finalizzati a individuare nuove falde acquifere. L’intervento della Presidenza della Regione è essenziale per le ricerche idriche, dal momento che la Protezione civile nazionale non finanzia questa attività. L’azione si affiancherà all’opera di “revamping”, ovvero di riattivazione di pozzi già esistenti e non più produttivi o dalla portata ormai ridotta, e di realizzazione di cosiddetti “pozzi gemelli”, cioè la trivellazione del terreno accanto a quelli già attivi, avviata con fondi statali. 

Duecentomila euro vanno, infine, alla Protezione civile regionale per lo svolgimento di indagini sulle condotte marine, propedeutiche alla progettazione dei lavori per la riattivazione dei dissalatori di Porto Empedocle, Gela e Trapani.

Continua a leggere

Attualità

Sabato 25 maggio al Civico 111 il primo TEDx Gela Salon: “Pensa, crea, ispira”

Pubblicato

il

Nasce il TEDx Salon Event “Pensa, crea, ispira. Le idee che (ci) cambiano la storia” per raggiungere due grandi obiettivi: consolidare la comunità locale intorno al progetto e al brand TED, con tutti i suoi valori di riferimento, e proseguire nel percorso di riflessione su temi e istanze nate dai due precedenti TED Talks, del 2021 e del 2023, che hanno messo al centro soprattutto il senso di appartenenza e impegno verso il territorio attraverso la promozione della bellezza, della cittadinanza attiva, dell’innovazione. L’iniziativa è in programma sabato 25 maggio alle 16.30 al Civico 111. 

Con l’ausilio di testimonianze dal vivo di tre Speaker e la visione di due speech online dai TED Talks già presenti in piattaforma, la comunità del TEDxGela vuole così radicare ancor di più la proposta dell’intero progetto nel territorio, sensibilizzando soprattutto i più giovani alla partecipazione attiva e lanciando nuovi spunti di riflessione grazie alla passione e alle competenze degli Speaker: Giorgio Franco, Founder di Badia Lost & Found (coop di servizi culturali per la riattivazione del territorio); Emilia Pardi, Associate Director di Push, laboratorio di design per l’innovazione sociale; Tony Cirnigliaro, Executive Director di Empeeria, startup che propone esperienze autentiche e suggestive in Sicilia. 

Il TEDx Gela Salon realizzato dall’associazione SEMI Spazi Condivisi, presieduta da Vincenzo Lo Blundo, è sostenuto dalle agenzie creative Frame Garage di Tiziana Franco, Civico 111 rappresentata da Roberto Collodoro ed esolution di Andrea Tandurella. 

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852