Seguici su:

Flash news

Una Buona idea boccia gli assessori Gnoffo e Licata su Tari e via Venezia

Pubblicato

il

In casa della maggioranza scatta l’ora dei giudizi negativi sull’operato degli assessori. In consiglio Una buona idea ha bocciato gli assessori Gnoffo di Forza Italia e Licata della Nuova Dc .

” La somma di 1 milione e 300 mila euro per applicare lo sconto sulla Tari alle famiglie più deboli non sono andate perdute ma si è proceduto con ritardo per l’assenza per malattia del funzionario incaricato: lo ha detto l’assessore ai Servizi Sociali Nadia Gnoffo rispondendo all’interrogazione dei consiglieri di Una buona idea Davide Sincero e Rosario Faraci. Il gruppo che fa capo al vicesindaco Di Stefano ha bocciato l’attività della forzista Gnoffo ricordando che l’avviso scadeva a gennaio , che un’iniziativa varata per dare risposte al bisogno della gente dopo 9 mesi non è ancora operativa. “Non si può portare il pretesto del funzionario malato su una misura d’urgenza che doveva dare sollievo alla popolazione- ha risposto Sincero- e invece dopo 9 mesi non c’è risposta.Alla gente abbiamo detto di non pagare o che sarebbero stati rimborsati. Invece non è stato fatto nulla.Riproporrò la stessa interrogazione ogni mese”. Bocciato dal capogruppo Davide Sincero pure l’assessore Licata per non aver mantenuto l’impegno sulla via Venezia ad evitare il passaggio dei mezzi pesanti oltre le 3 tonnellate. Licata si era impegnato a giugno a riunire la commissione e di fare l’ordinanza di divieto di transito. Ma ieri ha detto in aula che l’ordinanza c’è dal 2017, che manca la segnaletica che è stata ordinata solo che c’è stato un ritardo della fornitura in un momento particolare che si sta vivendo ovunque.

“Lei a giugno- ha risposto Sincero – ha dato una risposta con informazioni che non ha controllato oppure le hanno teso una trappola.Dà la colpa finanche a Putin ma non è così e le multe le assicuro che i vigili non le fanno.Sono assolutamente insoddisfatto del suo operato”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Omicidio Tortorici, arrestate cinque persone

Pubblicato

il

Sono cinque le persone arrestate dai Carabinieri di Caltanissetta che hanno fatto luce sull’omicidio di Marcello Tortorici, 51 anni, accoltellato lo scorso 25 novembre in via San Domenico, a seguito di una rissa furibonda per una questione di carattere sentimentale.

Il provvedimento, già convalidato dal Gip che ha emesso un’ordinanza cautelare in carcere, ha interessato Kevin Fiore, 22 anni, che deve rispondere di omicidio; per rissa aggravata sono stati ammanettati Massimo Tortorici, di 45 anni, Michele Fiore, di 30, Salvatore Fiore, di 53, e Roberto Millaci, di 50 anni. Quest’ultimo è tuttora ricoverato all’ospedale Sant’Elia per le ferite riportate durante la colluttazione.

Continua a leggere

Flash news

Greco preannuncia ai suoi la volontà di azzerare la Giunta

Pubblicato

il

Il sindaco deciso ad azzerare la Giunta. Ne ha parlato oggi con i rappresentanti dei gruppi che gli sono rimasti fedeli.

Ma per quanto tempo lo saranno ancora? La comunicazione ai suoi dell’intenzione di procedere ad azzerare la Giunta non è stata accolta bene. Un azzeramento al buio che senso ha? Cosa ci guadagna Greco a fare scappare i pochi alleati che gli sono rimasti? È chiaro che punta ad essere ricandidato e non si fida degli alleati che ha. Lo sa bene nella sua coalizione c’è chi ha la stessa ambizione ( leggasi il vicesindaco Di Stefano) ma azzerando la Giunta contro la volontà dei suoi alleati, ne troverà altri? E quelli che troverà (ammesso che andrà tutto bene) sono in grado di dargli garanzie? Sono affidabili?

Ma torniamo alla Giunta da azzerare. Quale asso nella manica ha Greco per arrivare a proporre un azzeramento che a tutti sembra al buio?

Aspettare è d’obbligo per capire se Greco è un iter ingenuo della politica o un grande stratega capace di trovare la formula giusta per far uscire il suo governo dalla palude e portare se stesso verso una ricandidatura oggi fortemente in bilico.

Continua a leggere

Attualità

Domani allerta meteo arancione: temporali e forti raffiche di vento

Pubblicato

il

Dalle prime ore di domani 29 novembre è stato proclamato il livello di Allerta Meteo “ARANCIONE PREALLARME”

Si prevedono precipitazioni sparse e diffuse, a carattere di rovescio o temporali; i fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento per 24-36 ore.

“Nei giorni scorsi – ha detto il sindaco Greco – abbiamo provveduto alla pulizia delle caditoie e dei canali, per far defluire le acque ed evitare allagamenti.

Si invitano i cittadini alla MASSIMA PRUDENZA, ed in particolare:
1- Non uscire di casa se non è strettamente necessario;
2- evitare i sottopassaggi;
3- non utilizzare mezzi a due ruote;
4- abbandonare per tempo le abitazioni precarie, soprattutto se ubicate a ridosso degli alvei di fiumi o torrenti;
5- non sostare in prossimità di aree che potrebbero dare origine a colate rapide di fango e crolli di blocchi rocciosi;
6- Mantenere un profilo alto di sicurezza per se stessi e per gli altri

Le scuole, al momento, restano aperte.
La situazione è in costante evoluzione e, come sempre, sono in contatto con la Protezione Civile. Se necessario, seguiranno aggiornamenti attraverso la stampa e i nostri canali ufficiali”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852