Seguici su:

Attualità

 “Al sud screening colorettali in calo”

Pubblicato

il

CALTANISSETTA – Il sud Italia registra un calo di screening per la prevenzione del cancro colorettale, un dato che allarma gli specialisti, per i quali serve potenziare la rete organizzativa dei servizi sul territorio per colmare il profondo divario esistente tra le regioni meridionali, l’area centrale e il nord del Paese.

È uno dei temi affrontati oggi al CEFPAS di Caltanissetta, durante i lavori del congresso sul tema “Cancro colo-rettale, screening e colonscopia di qualità: criticità nel Sud Italia”, organizzato dalla SIED (Società Italiana Endoscopia Digestiva) con il patrocinio della SIGE (Società Italiana di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva) e dell’AIGO (Associazione Italiana Gastroenterologi & Endoscopisti Digestivi Ospedalieri) e la collaborazione dell’Assessorato regionale della Salute. Numerosi gli specialisti di chirurgia, gastroenterologia, medicina interna e di medicina generale che si sono confrontati nel corso delle tre sessioni.

A portare i saluti ai partecipanti è stato il Direttore generale del CEFPAS, Roberto Sanfilippo, che ha detto: “Ancora una volta il Centro ha l’onore di essere scelto come luogo per confrontarsi sulla realtà del servizio sanitario, sui trend della medicina e su quali aree occorre migliorare l’offerta dei servizi sia in ambito clinico, sia nelle politiche di prevenzione della salute. Ciò testimonia le grandi potenzialità del CEFPAS quale polo formativo d’eccellenza nel centro Sicilia e conferma la strategicità di Caltanissetta quale polo sanitario. I migliori specialisti italiani in materia di gastroenterologia ed endoscopia discutono della corretta gestione e organizzazione degli screening nel Mezzogiorno e sul decisivo contributo dell’intelligenza artificiale nella diagnostica e nelle cure delle patologie colorettali”.

Luigi Pasquale, presidente nazionale della SIED, nel corso del suo intervento, ha evidenziato il problema della “profonda dicotomia nel coinvolgimento delle popolazioni residenti al nord e al centro-sud verso gli screening. Serve una maggiore adesione ai programmi di prevenzione e di trattamento che riduca la mobilità passiva dei pazienti, con evidenti ripercussioni sui costi del servizio sanitario che si aggira annualmente intorno ai 300 milioni di euro. Il Governo indica i Livelli Essenziali di Assistenza, ma la loro attuazione è delegata alle Regioni nelle quali riscontriamo notevoli difformità organizzative. È necessario quindi far comprendere alla componente politica che occorre un protocollo univoco e valido in ambito nazionale”.

Ad aprire la prima sessione dei lavori il professore Socrate Pallio, presidente della SIED Sicilia: “La mancata adesione allo screening colorettale in Sicilia è riconducibile fondamentalmente a un problema sociale e culturale, diversamente dalle altre regioni d’Italia dove riscontriamo un approccio civico più attento alla prevenzione della salute. Per superare questo divario, il personale medico e paramedico deve essere maggiormente persuasivo e comunicativo, investendo nella cultura della relazione. Anche la formazione è una leva determinante per colmare questo gap. La preparazione dei professionisti sanitari deve essere altamente performante e iniziare già dalla scuola di specializzazione, sia per ciò che attiene la relazione informativa con i pazienti, sia nella esecuzione delle procedure e nelle tecniche diagnostiche e terapeutiche grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie che richiedono nuove abilità e competenze nella pratica clinica”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Nord chiama sud in favore degli agricoltori: domani incontro

Pubblicato

il

Non si ferma la battaglia del movimento Sud Chiama Nord che si è intestato l’ impegno a favore degli agricoltori. Il coordinamento regionale si terrà domani alle ore 10 presso il San Paolo Palace di Palermo.

Il Coordinamento regionale è composto dai membri delle segreterie provinciali e da quindici rappresentanti assegnati ai comitati in proporzione al numero di iscritti su base regionale al 4 febbraio 2024 (secondo metodo d’Hondt).

Sono inoltre membri del Coordinamento regionale, se iscritti al Partito nella regione: i Deputati/Consiglieri e gli Assessori Regionali; il Presidente della Regione; i Parlamentari Nazionali ed Europei.

Il Coordinamento regionale così individuato procederà ad eleggere al suo interno il Coordinatore regionale. Con una successiva votazione, il Coordinamento regionale eleggerà al suo interno diciotto membri della segreteria regionale, di cui farà parte anche il Coordinatore. Nell’ambito della segreteria saranno individuati, su proposta del Coordinatore, tre Vice Coordinatori, un Tesoriere ed un Responsabile dell’organizzazione.

L’assemblea rappresenta un momento fondamentale per il movimento Sud Chiama Nord, durante il quale verranno prese decisioni cruciali per il futuro dell’organizzazione e per il perseguimento degli obiettivi politici e programmatici.

Continua a leggere

Attualità

Il Rotary percorre la ‘Via degli scrittori’

Pubblicato

il

Una giornata dedicata alla cultura per il Rotary Club Gela.

Numerosi soci, accompagnati da diversi ospiti non rotariani hanno partecipato al percorso culturale lungo la “Via degli Scrittori”.

Hanno voluto far parte di questa esperienza indimenticabile anche il P.D.G Titta Sallemi, il P.D.G. Giovanni Vaccaro e l’assistente del Governatore, per la nostra zona, Tiziana Amato nonché Marilia Turco.

L’organizzazione è stata affidata dal Presidente Dottor Silvio Scichilone al Socio Segretario Biagio Parisi, originario di Racalmuto, cittadina che ha dato i natali al grande Leonardo Sciascia, coadiuvato, come sempre dall’impeccabile Prefetto Ing. Francesco Giudice.

Siamo stati amorevolmente accolti dalla professoressa Angela Martorana, anche lei originaria del luogo.

Dopo una visita ai principali monumenti della città ed in particolare alla Fondazione Leonardo Sciascia ed al Teatro “Regina Margherita” ed al castello Chiaramontano il gruppo è stato ricevuto dal Sindaco, arch. Vincenzo Maniglia, presso il palazzo di città ospitato nell’ex convento di Santa Chiara.

Dopo un pranzo a base di piatti tipici del luogo, il gruppo si è trasferito ad Agrigento, lungo l’itinerario della “Via degli Scrittori” nella città del grande Luigi Pirandello. A tal proposito ci si è trasferiti in località “Caos” per visitare la sua casa natale divenuta casa museo.

Interessante visita in particolare delle stanze del piano superiore con vista sulla campagna circostante a Lui molto cara, che ospitano interessanti oggetti personali, fotografie, onorificenze, recensioni, lettere, manoscritti, prime edizioni di libri con dediche autografe, locandine delle opere più famose e il vaso greco servito per traslare le Sue ceneri dal cimitero del Verano ad Agrigento! Concludendo la bellissima ed intensa giornata si può affermare che il Rotary ha offerto a quanti hanno partecipato, l’opportunità che, percorrendo la “ Via degli Scrittori”, hanno avuto la possibilità di esplorare le terre che hanno ispirato generazioni di autori, poeti e scrittori avvicinandoli alle loro vite, calpestando la terra ed i luoghi da loro calpestati ed alle loro visioni uniche del mondo.

Continua a leggere

Attualità

Impianti Srr: sì alla manutenzione di spazi verdi e rotatorie

Pubblicato

il

Prima botta e risposta e alla fine la Impianti Srr Ato 4 accoglie la richiesta del Sindaco e dice sì alla manutenzione di spazi verdi e rotatorie.

“Apprezzo e accolgo con favore l’apertura e la disponibilità dei Sindaci della Impianti Srr Ato 4 Cl Sud ad intervenire sugli spazi verdi e le rotatorie così come auspicato da tempo. Dopo la prima interlocuzione avuta con i dirigenti della Impianti Srr nei giorni scorsi, il Cda della Srr4 ha autorizzato l’assunzione di nuove forze e di conseguenza l’ampliamento dell’organico, dando il via libera agli interventi su rotatorie stradali e spazi verdi trascurati. Sono certo che entrambe le misure daranno una immagine più bella della nostra città”.

Lo ha detto il Sindaco Lucio Greco alla notizia della decisione di programmare attività nei comuni soci tenendo conto del numero degli abitanti, con Gela in prima fila. Prevista anche la realizzazione di piccoli parchi gioco e la riqualificazione di quelli già esistenti.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852