Seguici su:

sport

Anno nuovo, vita nuova!

Pubblicato

il

Anno nuovo, vita nuova! E dopo il pesante fardello che si è portato l’anno vecchio, ci piace cominciare raccontando una “storia bella”, come canta Fedez! La storia di chi è uscito vincitore! L’ha appena vinto la battaglia più importante della sua vita. Lui che di battaglie sportive e professionali ne ha combattute a iosa. Ha arbitrato nella pallavolo fino in serie B ed al momento resta il primo ed unico presidente di una società sportiva gelese che ha raggiunto la serie A. Ma stavolta l’avversario che si è trovato a fronteggiare lo ha messo a durissima prova. Una prova al limite della sopravvivenza. Rosario Faraci è stato tra la vita e la morte per diversi giorni in un letto del reparto di terapia intensiva dell’ospedale S.Elia di Caltanissetta. Il Covid lo ha colpito talmente pesantemente che si è temuto per la sua vita per giorni e giorni. Adesso Rosario Faraci è, per fortuna, uscito da quel tunnel che sembrava infinito. La cura e l’amore che gli hanno dimostrato i sanitari del nosocomio nisseno lo hanno aiutato a riemergere ed oggi, dalla sua casa gelese e tra gli affetti dei suoi cari, è pronto a ripartire. Non senza raccontare alcuni passaggi di quella bruttissima disavventura. “Sono stati mesi davvero terribili. Con tre settimane, quelle in cui sono stato intubato, delle quali non ricordo nulla, visto che ero sedato. Solo al risveglio mi hanno detto che per ben tre volte i sanitari avevano comunicato a mio fratello Emanuele, che mi vegliava fuori dal reparto, che difficilmente sarei arrivato al giorno successivo ancora vivo. Ma io di questo non potevo sapere nulla. I momenti più brutti, per me, sono stati al risveglio, quando sono stato trasferito nel reparto di terapia semi-intensiva. Lì sono stati i giorni più drammatici della mia lunga degenza ospedaliera. Ero in una stanza dove non si riusciva a capire se era giorno o notte, anche se per me faceva poca differenza, dal momento che non riuscivo a dormire”. Ora, come detto, Rosario Faraci è finalmente tornato a casa e non vede l’ora di rimettersi in sesto: “Faccio ancora fatica a stare in piedi da solo, tanto tempo allettato mi ha reso la muscolatura debole. Faccio tanta fisioterapia ed i risultati sono notevoli”. Poi un tuffo nel passato, mica poi tanto remoto, per riesplorare l’epopea sportiva personale. La passione profonda per la pallavolo. I tanti anni dedicati all’arbitraggio. E poi la fantastica cavalcata, da presidente, della mitica Eurotec Volley che, campionato dopo campionato, raggiunse lo storico traguardo della serie A2: “Mamma mia quanti ricordi – dice Rosario Faraci – ci confrontavamo con realtà lontane anni luce dalle nostre possibilità. Milano, Genova, Perugia, Ravenna. Tutte società che avevano in bacheca scudetti vinti e tanti anni di serie A1. Bastava guardare chi erano i loro main-sponsor per renderci conto che noi eravamo piccoli-piccoli di fronte a loro. Carige, CheBanca!, solo per citarni alcuni. Colossi del mondo finanziario che sponsorizzavano squadre che al nostro cospetto sembravano mostri sacri. Eppure – ricorda ancora Faraci – nel girone di andata facemmo un figurone. Eravamo nella parte destra della classifica e mettevamo in difficoltà qualsiasi avversario. A gennaio, però, cominciarono i primi problemi, chiaramente partendo da quelli di natura economica, e la favola bella svanì nel breve volgere di una stagione che, comunque, rimarrà per sempre nella storia della pallavolo gelese, ma penso anche in generale dello sport cittadino”. Ancora un flash, di quegli anni bellissimi: “Beh, come non ricordare gli straordinari derby stracittadini, in serie B1, con i cugini dell’Heraclea Gela. Partite che duravano settimane intere e che non finivano nemmeno dopo il fischio conclusivo degli arbitri. Una sana concorrenza che, penso, ci ha trascinati fino al traguardo della serie A, impensabile solo qualche anno prima”.

Franco Gallo

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sport

Il Gela a Leonforte per vincere e sperare ancora nei playoff

Pubblicato

il

Allo stadio comunale di Leonforte andrà in scena domani il penultimo atto del campionato di Eccellenza, girone B. Il Gela sfiderà la Leonfortese, che cercherà di giocarsi le residue chance di abbandonare il penultimo posto. Di contro i biancazzurri devono vincere per tenere vivo il sogno playoff, “caso Bellomo” permettendo.

In vista del match, fischio d’inizio alle 16.30, gli unici problemi di formazione per Andrea Pensabene riguardano al momento il centrocampo: Tomaino infatti è acciaccato a causa di un problema alla caviglia rimediato in allenamento e difficilmente sarà della partita.

In dubbio anche il giovane Ferrigno, per un fastidio al ginocchio. Per il resto, squadra al completo. Arbitrerà l’incontro Bertolino di Trapani, coadiuvato dagli assistenti Smiraglia e Di Florio di Palermo. Dopo i successi contro Leonzio e Santa Croce, il Gela a Leonforte cerca la terza vittoria consecutiva.

Continua a leggere

sport

Melfa’s, ora si fa sul serio: domani al PalaLivatino contro la Dierre partono i playoff

Pubblicato

il

Giornata di vigilia per la Melfa’s Gela. Domani prendono il via i playoff del campionato di Serie C: alle 19 la squadra gelese ospiterà al PalaLivatino la Dierre Reggio Calabria in gara uno dei quarti di finale. Sarà fondamentale portare a casa il successo: passerà in semifinale la squadra che raggiungerà due vittorie su tre. Gara due mercoledì a Reggio.

«È tutto pronto per questa nuova emozione – dice coach Totò Bernardo -. I playoff sono un campionato nuovo, ricco di dinamiche che devi gestire in un arco temporale ridotto rispetto alla regular season. Siamo coscienti di aver fatto un bel lavoro, in una annata complessa per tanti aspetti».

Squadra al completo, nessun problema di formazione: capitan Ventura e compagni sono pronti e carichi. Ci si aspetta al palazzetto il pubblico delle grandi occasioni. «Siamo felici, forti, esperti, compatti. Il campo dirà se siamo talmente bravi da poter ancora alzare il nostro livello», conclude Bernardo. 

Continua a leggere

sport

Serie C di volley, domani il via alle semifinali: l’Ecoplast riceve la Gupe al PalaLivatino 

Pubblicato

il

Quella di Termini Imerese è stata un’impresa, una vittoria in trasferta in gara secca contro una squadra forte che aveva fatto un grande campionato nel girone A. Ma per l’Ecoplast volley Gela il bello viene ora: domani, sabato 20 aprile, alle 18 al PalaLivatino la formazione gelese riceverà la Gupe Catania nella gara d’andata della semifinale playoff del torneo di Serie C.

«È stata un’intensa settimana di allenamenti – dice coach Giovanni Blanco -. Siamo agli sgoccioli e adesso più che mai stiamo dando il massimo per poter fare bene e chiudere nel miglior modo possibile la stagione». La Gupe ha chiuso al secondo posto il girone B, sfidando già due volte la formazione gelese.

Quella etnea è in assoluto una delle squadre più complete dell’intera categoria e vanta un settore giovanile d’eccellenza. «Siamo pronti al grande match – sottolinea Blanco – e invito tutti a venire al PalaLivatino per sostenere la nostra squadra e i nostri ragazzi. Crediamoci insieme». L’ingresso sarà gratuito.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852