Seguici su:

sport

Anno nuovo, vita nuova!

Pubblicato

il

Anno nuovo, vita nuova! E dopo il pesante fardello che si è portato l’anno vecchio, ci piace cominciare raccontando una “storia bella”, come canta Fedez! La storia di chi è uscito vincitore! L’ha appena vinto la battaglia più importante della sua vita. Lui che di battaglie sportive e professionali ne ha combattute a iosa. Ha arbitrato nella pallavolo fino in serie B ed al momento resta il primo ed unico presidente di una società sportiva gelese che ha raggiunto la serie A. Ma stavolta l’avversario che si è trovato a fronteggiare lo ha messo a durissima prova. Una prova al limite della sopravvivenza. Rosario Faraci è stato tra la vita e la morte per diversi giorni in un letto del reparto di terapia intensiva dell’ospedale S.Elia di Caltanissetta. Il Covid lo ha colpito talmente pesantemente che si è temuto per la sua vita per giorni e giorni. Adesso Rosario Faraci è, per fortuna, uscito da quel tunnel che sembrava infinito. La cura e l’amore che gli hanno dimostrato i sanitari del nosocomio nisseno lo hanno aiutato a riemergere ed oggi, dalla sua casa gelese e tra gli affetti dei suoi cari, è pronto a ripartire. Non senza raccontare alcuni passaggi di quella bruttissima disavventura. “Sono stati mesi davvero terribili. Con tre settimane, quelle in cui sono stato intubato, delle quali non ricordo nulla, visto che ero sedato. Solo al risveglio mi hanno detto che per ben tre volte i sanitari avevano comunicato a mio fratello Emanuele, che mi vegliava fuori dal reparto, che difficilmente sarei arrivato al giorno successivo ancora vivo. Ma io di questo non potevo sapere nulla. I momenti più brutti, per me, sono stati al risveglio, quando sono stato trasferito nel reparto di terapia semi-intensiva. Lì sono stati i giorni più drammatici della mia lunga degenza ospedaliera. Ero in una stanza dove non si riusciva a capire se era giorno o notte, anche se per me faceva poca differenza, dal momento che non riuscivo a dormire”. Ora, come detto, Rosario Faraci è finalmente tornato a casa e non vede l’ora di rimettersi in sesto: “Faccio ancora fatica a stare in piedi da solo, tanto tempo allettato mi ha reso la muscolatura debole. Faccio tanta fisioterapia ed i risultati sono notevoli”. Poi un tuffo nel passato, mica poi tanto remoto, per riesplorare l’epopea sportiva personale. La passione profonda per la pallavolo. I tanti anni dedicati all’arbitraggio. E poi la fantastica cavalcata, da presidente, della mitica Eurotec Volley che, campionato dopo campionato, raggiunse lo storico traguardo della serie A2: “Mamma mia quanti ricordi – dice Rosario Faraci – ci confrontavamo con realtà lontane anni luce dalle nostre possibilità. Milano, Genova, Perugia, Ravenna. Tutte società che avevano in bacheca scudetti vinti e tanti anni di serie A1. Bastava guardare chi erano i loro main-sponsor per renderci conto che noi eravamo piccoli-piccoli di fronte a loro. Carige, CheBanca!, solo per citarni alcuni. Colossi del mondo finanziario che sponsorizzavano squadre che al nostro cospetto sembravano mostri sacri. Eppure – ricorda ancora Faraci – nel girone di andata facemmo un figurone. Eravamo nella parte destra della classifica e mettevamo in difficoltà qualsiasi avversario. A gennaio, però, cominciarono i primi problemi, chiaramente partendo da quelli di natura economica, e la favola bella svanì nel breve volgere di una stagione che, comunque, rimarrà per sempre nella storia della pallavolo gelese, ma penso anche in generale dello sport cittadino”. Ancora un flash, di quegli anni bellissimi: “Beh, come non ricordare gli straordinari derby stracittadini, in serie B1, con i cugini dell’Heraclea Gela. Partite che duravano settimane intere e che non finivano nemmeno dopo il fischio conclusivo degli arbitri. Una sana concorrenza che, penso, ci ha trascinati fino al traguardo della serie A, impensabile solo qualche anno prima”.

Franco Gallo

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sport

Futsal, Serie C1: trasferta a Messina per la Ssd Gela

Pubblicato

il

Riparte dopo la sosta il campionato di Serie C1 di calcio a 5. La Ssd Gela sarà di scena domani alle 17 al PalaRescifina di Messina contro la Domenico Savio, nella sfida valida per la quarta giornata del girone B. I gelesi hanno vissuto un ottimo momento di forma nella primissima parte di stagione, con due vittorie e un pareggio nelle prime tre giornate.

Martedì scorso è arrivata inoltre la vittoria in rimonta contro la Vigor San Cataldo, nel match valido per la seconda giornata di Coppa Italia. Adesso la non facile sfida contro i messinesi, che nelle prime tre gare del torneo hanno conquistato quattro punti e si trovano a metà classifica.

Continua a leggere

sport

Gela Fc e Torino Academy, un “matrimonio” per il futuro. Scerra: «Pronti a realizzare il centro sportivo»

Pubblicato

il

Il “matrimonio” tra il Torino Academy e Gela Fc. A Palazzo di Città la presentazione ufficiale del progetto di affiliazione tra la società giallonera e l’Academy della compagine granata: un’intesa siglata dalla dirigenza guidata da Marco Scerra con il responsabile di Torino Academy Teo Coppola, alla presenza del sindaco Lucio Greco. Approda in città un importante progetto legato alla crescita dei giovani, non soltanto sotto il profilo sportivo ma anche dal punto di vista umano e sociale.

«Ho toccato con mano la qualità del lavoro della società gelese – ha detto Coppola –, ci sono tutti i presupposti per far parte di una famiglia come la nostra che mette al centro delle proprie attività un percorso formativo tecnico, affinché possano beneficiarne proprio i ragazzi». Il Gela Fc accede di diritto così tra le 61 affiliate di Torino Academy in giro per il mondo. «Cerchiamo di trasmettere ai nostri piccoli atleti la passione che noi stessi avevamo da bambini – sottolinea il direttore generale dei gialloneri, Francesco Salsetta –, è un onore entrare a far parte del progetto della società granata».

«Vogliamo attivarci e investire per realizzare un centro sportivo di proprietà – annuncia il presidente Marco Scerra –, siamo pronti a questo passo importante e abbiamo già riscontrato la disponibilità al dialogo da parte del primo cittadino». Per Greco l’affiliazione tra Gela Fc e Torino Academy è «un segno di attenzione importante al territorio e all’impegno di un gruppo che lavora seriamente e che vuole investire sul futuro dei giovani gelesi e non solo».

I momenti della conferenza stampa di presentazione del progetto a Palazzo di Città

Continua a leggere

sport

Melfa’s basket, un altro giovane talento: dal Corato arriva Riccardo Bucciol

Pubblicato

il

Un nuovo promettente giovane alla corte di coach Totò Bernardo. La Melfa’s Gela basket perfeziona il tesseramento di Riccardo Bucciol, guardia tiratrice classe 2002, originario di Treviso. La scorsa stagione ha indossato la maglia del Basket Corato, formazione che ha poi vinto il campionato di C Gold. Cresciuto tra le fila dell’Oderzo, arriva a Gela rinforzando ulteriormente il roster biancorosso, che consolida la propria filosofia basata sulla “linea verde”.

Ed è in fase di definizione anche un altro acquisto, quello di Stephon McDonald proveniente dall’Olanda. «Sarà un campionato duro ma divertente – commenta Bernardo –, avremo tanto da lavorare ma questi ragazzi porteranno grande entusiasmo e anche un pizzico di quella follia necessaria per affrontare una stagione importante. Gela per loro può essere un valido trampolino di lancio, a livello nazionale ma non solo ci viene riconosciuta una qualità: saper valorizzare il talento giovanile».

Il tutto anche grazie alla piena funzionalità di una struttura come il PalaLivatino, oggi rigenerata dal progetto di foresteria, mensa e aule studio. Ieri la squadra gelese ha disputato un’amichevole contro l’Olympia Canicattì, un buon test in vista dell’esordio stagionale in C Gold previsto sabato 8 ottobre, in casa, contro il Cus Catania.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852