Seguici su:

sport

C’era una volta lo stadio “Presti”

Pubblicato

il

di Franco Gallo
C’era una volta lo stadio “Vincenzo Presti”! Poi, tre anni fa, a seguito di una lettera anonima (mica poi tanto anonima!), che ne denunciava la poca sicurezza della struttura in legno lamellare che sovrastava la tribuna coperta, arrivò la chiusura in auto-tutela da parte dell’allora amministrazione comunale retta dal sindaco Domenico Messinese. Da allora si sono succedute ben tre gestioni nella “Res Publica” della Città di Gela. Dalla stessa giunta-Messinese alla parentesi di nove mesi del Commissario Straordinario, Rosario Arena (che includeva nella sua sola persona le mansioni di sindaco, assessori e consiglieri comunali) e, da oramai oltre un anno e mezzo a questa parte, la giunta-“giusta”, pardon, la giunta del “sindaco-giusto”, Lucio Greco, appunto, come lo stesso si è definito nello slogan-master che campeggiava per la sua campagna elettorale alla salita al Trono. In totale tre anni esatti. In totale un flop dietro l’altro! Partendo da Messinese, per passare ad Arena e per finire a Greco, si sprecano gli annunci trionfali e roboanti dal tono: “E’ tutto a posto, stiamo riaprendo lo stadio”. C’è stato persino chi, spingendosi sulla soglia del ridicolo, ha sparato certezze del tipo: “Lunedì lo stadio sarà riaperto alle squadre ed al pubblico”. Dimenticando, purtroppo, di chiarire di quale lunedì si trattasse. E non tanto del lunedì di quale settimana o mese. Ma, bensì, di quale anno? Il 2021 che è appena arrivato trova l’impianto sportivo di Via Niscemi, unico stadio degno di tal nome nella sesta città della Sicilia per abitanti, ancora ermeticamente chiuso e, cosa ancor più grave, senza alcuna certezza su quando verrà riaperto. E non può certo servire, ad alleviare la vergogna ed il disappunto, il fatto che nell’ultimo anno il Covid ha, comunque, chiuso di fatto tutti gli stadi d’Italia, soprattutto quelli che ospitano squadre che militano nei campionati dilettantistici, cioè li dove è precipitato nel frattempo il calcio locale dopo i fasti di una ventina d’anni consecutivi in serie C. Perchè sperando che l’emergenza sanitaria possa terminare il prima possibile, sta di fatto che gli altri saranno pronti a ricominciare, ma il calcio gelese no! Il calcio gelese, le squadre gelesi, i tifosi gelesi, gli sportivi gelesi, quelli dovranno ancora aspettare e chissà quanto! Sembra un sogno, o un incubo a seconda dei punti di vista, pensare di potere tornare a sostenere i propri beniamini che difendono l’immagine di Gela calcistica nell’oramai “condannato a chiusura ad oltranza” stadio Presti.
Franco Gallo

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sport

La domenica del tennis paraolimpico del Circolo Enigroup

Pubblicato

il

Quella di ieri è stata una bella ed importante giornata per il Circolo Tennis Eni Group Club Gela.

La manifestazione di Atleti Paralimpici, disciplina Tennis, organizzata in accordo con il Presidente del Comitato Italiano Parolimpico Regione Sicilia e del Comitato Regionale FITP, che ha visto impegnati in campo Beatrice Draghici e Jessica Bugiada, (giovani tenniste in carrozzina che primeggiano nei tornei nazionali), oltre alla presenza di Andrea Bonaventura Moscato, di Antonio Caronia e di tanti giovanissimi con disabilità, che hanno potuto provare la pratica tennistica con il supporto di qualificati istruttori tecnici, fisici e psicologi, ha trasmesso la forza nel percorso di impegno sociale, anche verso i giovani con disabilità motoria o intellettiva, che la Sezione Tennis dell’Enigroup Club ha deciso di intraprendere in collaborazione con la Fitp e la Fisdir Regionali.

“Per questo ringraziamo le giovani e i giovani tennisti , professionisti e non – si legge in una nota – che sono scesi in campo, le loro famiglie, e tutti quelli che con la loro presenza e partecipazione hanno reso possibile la riuscita della manifestazione.

Un grazie particolare va rivolto a Peppe Cobisi, Fiduciario Regionale della FITP – tennis in carrozzina, per il fondamentale contributo organizzativo, al nostro staff e a chi, con il proprio impegno, ha permesso di accogliere gli ospiti e chi è venuto alla manifestazione, in modo eccellente.

Un grazie va rivolto a Giorgio Giordano, Presidente Regionale FITP e a Salvatore Mussoni, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Regionale. La loro presenza a Gela ha reso visibile l’impegno della FITP e della FISDIR per la crescita di questo movimento sportivo nel nostro territorio come strumento di aiuto alle famiglie per l’inclusione sociale dei giovani con disabilità motoria o intellettiva”.

Continua a leggere

sport

Ecoplast volley, sconfitta a Messina: lo sguardo verso i playoff

Pubblicato

il

Nel big match di Messina contro i padroni di casa del Team volley, l’Ecoplast volley Gela perde 3-0 al cospetto della capolista. Gara ben giocata dai padroni di casa, che nella sessione invernale del mercato si sono rinforzati per consolidare la loro leadership. Non ha sfigurato il sestetto di coach Blanco che si conferma come seconda forza del girone.

Tra due settimane finirà la stagione regolare, il secondo posto dei gelesi è in una botte di ferro e si punterà adesso a far bene nei playoff, che cominceranno a marzo. Per l’Ecoplast il bilancio del primo campionato in Serie D maschile è al momento in attivo, data la grande crescita dell’intera realtà pallavolistica registrata soprattutto nell’ultimo biennio.

Continua a leggere

sport

Nuova città di Gela: ok nel volley, sconfitta nel basket 

Pubblicato

il

Sesta vittoria consecutiva per la Nuova città di Gela nel campionato di Prima divisione femminile. Le atlete di coach Bonaccorso conquistano i tre punti in casa contro  Campobello di Licata, battuta 3-1: non si ferma il sestetto rosa che consolida così la prima posizione. Grande soddisfazione per il coach gelese che manda in campo tutte le 12 giocatrici in una partita piuttosto equilibrata, come confermano i parziali: 25-20, 25-19, 23-25, 25-21.

In Promozione maschile di basket arriva invece una sconfitta per il sodalizio giallonero, battuto a Noto dalla Salusport 69-54. I gelesi pagano una panchina corta a causa dei tanti giocatori indisponibili per infortunio. Vista l’emergenza si è rivisto in campo coach Francesco Cavallo, autore di 20 punti. Da segnalare anche le doppie cifre di La Rosa (12) e Di Franco (10), così come gli 8 punti di Matteo Cavallo. Con questa sconfitta la Nuova città di Gela scende al terzo posto e vede la vetta della classifica allontanarsi.

Il roster giallonero

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852