Seguici su:

Attualità

Autismo: intervenire precocemente per vivere al meglio

Pubblicato

il

La testimonianza viva di una mamma che vive l’autismo ogni giorno; gli aspetti neurologici, psicologici e sociali. Il grido di aiuto verso le istituzioni affinchè possano fornire gli strumenti giusti per una vita più facile alle famiglie che convivono con la patologia. Questi sono stati gli ingredienti del simposio di ieri.

Il Lions club Gela Ambiente territorio cultura presieduto dall’avv. Emanuela d’Arma per servire. E cosa c’è di meglio nel servire il territorio che informare su temi particolarmente delicati per prevenire? E’ questo quello che ha fatto ieri nell’ex chiesa San Giovanni dove si è tenuto un simposio sul tema dell’autismo.

L’autismo è un disturbo dello sviluppo neurobiologico che impedisce a chi ne è affetto di interagire in maniera adeguata con le persone e con l’ambiente. Il disturbo si manifesta con un’ampia gamma e livelli di gravità, infatti in questo senso è molto opportuno parlare di spettro. Questo concetto è molto importante poiché lo spettro è un continuum di variabilità, introduce dunque al suo interno un infinita configurazione di autismi.

Il neuropsichiatra infantile dell’Uonpia di Caltagirone Sergio Messina è intervenuto sul tema “ Profilo clinico dei disturbi dello spettro autistico’

“I Disturbi dello Spettro Autistico – ha detto il dott. Messina – rientrano in quelli che vengono definiti “Disturbi del Neurosvilupppo” e come tali si caratterizzano per una Neurodiversità funzionale di origine prenatale che se da un lato non porta a “lesioni” organiche modifica la neurofunzionalità di alcuni circuiti che poi sono alla base delle caratteristiche comportamentali proprie di questi bambini. Si stima che la sua incidenza sia intorno ad un bambino con Autismo ogni 80 nati. L’alta incidenza è dovuta a diversi fattori, anche se per molti non vi sia una causa certa. Dall’altro canto il numero crescente di diagnosi in questi anni è anche dovuto alla possibilità data dai sistemi di classificazioni e diagnosi (ICD-10 e DSM5) di avere molti più elementi clinici di inclusione per fare una diagnosi certa e soprattutto precoce. E’ fondamentale infatti non solo fare una diagnosi precoce (oggi molti sintomi sono presenti già a due anni) ma soprattutto attivare in tempi rapidi tutta una serie di interventi rapidi e qualificati e una presa in carico territoriale rivolta anche ai genitori ed ai fratelli e sorelle. Per questo serve costruire una rete in cui famiglia, scuola, Servizi della Sanità, Enti locali, associazioni e cooperative lavorino insieme in favore dei minori e degli adulti con Disturbo dello spettro autistico, al fine di garantire loro la possibilità di potenziare le proprie difficoltà e sfruttare al meglio le potenzialità, che sono tante”.

La psicologa Roberta Rota ha trattato il tema dell’aspetto ‘Verso un percorso Net.to’; la psicologa Tiziana Provenzano sulla riabilitazione e parent training con storie di vita. E qui la platea ha sentito la testimonianza viva di una madre .

Intervenire precocemente per vivere al meglio è quello che è emerso.

Permangono comunque delle tipicità, tutti coloro che ne sono affetti presentano tipiche difficoltà in tre aree, la così detta “triade autistica”

1) Alterazione e compromissione della qualità dell’interazione sociale.

L’interazione sociale è il comportamento per il quale le persone agiscono o scambiano stimoli con l’altro. Può riguardare la parte verbale come le richieste, comportamenti non verbali come il saluto o tanti altri gesti che normalmente si emettono nella routine quotidiana. Questa è una delle aree molto spesso compromesse nell’autismo, (ASD,Autism Syndrome Disorder)

2 ) Alterazione e compromissione della qualità della comunicazione.

Per comunicazione si intende lo scambio di informazioni tra due soggetti, la comunicazione può essere verbale e non verbale, come negli esempi citati prima. I soggetti che comunicano sono l’emittente o parlante e il ricevente o l’ascoltatore. Nell’autismo la comunicazione può essere compromessa sia nella parte dell’ascoltatore/ ricevente che dall’emittente/parlante. Nella specie umana una componente fondamentale della comunicazione è il linguaggio (cioè la comunicazione vocale), nel comportamento verbale rientrano comunque anche forme di comunicazione non vocale come il linguaggio dei segni o ad immagini. Nel ASD il linguaggio può esserci con uno sviluppo normale o può non svilupparsi affatto, può avere uno sviluppo ritardatario o può essere in forma stereotipata.

3 ) Modelli di comportamento e interessi limitati, stereotipati e ripetitivi.

Questa è una parte della triade che raccoglie moltissimi comportamenti. Rientrano in questa area, l’interesse limitato per gli stimoli circostanti ma anche la ritualità ( la ripetizione di una serie di comportamenti sempre nella stessa sequenza) non funzionale.  I lavori sono stati conclusi dll presidente della Zona 25 del distretto 108Y del Lions Antonio Benfatti che ha portato la sua testimonianza personale.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

L’ Amministrazione Comunale cerca 5 ingegneri/architetti

Pubblicato

il

L’Amministrazione Comunale intende effettuare un’indagine di mercato al fine di acquisire manifestazioni di interesse finalizzate all’individuazione di 5 professionisti esterni in possesso dei necessari requisiti da invitare a presentare offerta per l’affidamento del servizio di ingegneria e architettura per le attività di progettazione (definitiva ed esecutiva) ed esecuzione dei lavori mediante richiesta d’offerta sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA) per i lavori di “Efficientamento energetico del plesso scolastico S. Quasimodo”.

In mancanza di candidature, si procederà ad individuare direttamente i soggetti da invitare sul Mercato Elettronico della P.A. Le comunicazioni afferenti alla presente procedura, o eventuali rettifiche, saranno pubblicate sul sito istituzionale del Comune di Gela alla pagina “Bandi di gara e Contratti”, link: https://www.comune.gela.cl.it.

L’appalto è finanziato dall’Assessorato Regionale all’Energia e dei Servizi di P.U. Dipartimento Regionale dell’Energia. La procedura negoziata è da realizzarsi con aggiudicazione mediante il criterio del prezzo più basso sul valore posto a base d’asta. I lavori da realizzare consistono nell’efficientamento energetico del plesso Salvatore Quasimodo previsti nel progetto. Tra le altre cose: isolamento termico e impermeabilizzazione della copertura, isolamento termico a cappotto delle pareti, sostituzione e posa in opera di nuovi serramenti e installazione di nuove schermature solari, sostituzione di corpi illuminanti con sistemi a LED, installazione di impianto per la produzione di acqua calda sanitaria ad alta efficienza e di impianto solare fotovoltaico.

Il valore presunto del servizio, oggetto di successiva procedura negoziata, viene stimato in € 79.904,36 oltre oneri contributivi e IVA. Il costo complessivo dell’opera è di € 513.105,35. È possibile, da parte dei soggetti che intendono produrre la manifestazione d’interesse per la partecipazione alla successiva gara, chiedere chiarimenti sulla procedura o fare segnalazioni inviando una mail all’indirizzo lavoripubblici@comune.gela.cl.it entro e non oltre il giorno 03/06/2022 ore 12:00.

Il servizio decorre dalla data di affidamento, ed avrà scadenza alla conclusione del lavoro svolto (425 giorni circa). La manifestazione di interesse dovrà pervenire al Settore GRANDI OPERE PUBBLICHE, GARE, APPALTI E CONTRATTI del Comune di Gela entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 07/06/2022, pena la non ammissione alla procedura. La candidatura dovrà essere inoltrata esclusivamente attraverso la procedura informatica appositamente predisposta dal Comune, in qualità di stazione appaltante, al seguente indirizzo: https://portale.comune.gela.cl.it/portal/servizi/moduli/pre_auth

Per accedere, gli operatori economici dovranno autenticarsi tramite SPID .

Continua a leggere

Attualità

Pubblicato l’avviso per la Consulta dello sport

Pubblicato

il

Il Sindaco Lucio Greco e l’assessore Cristian Malluzzo rendono noto che è stato pubblicato l’avviso per la costituzione della consulta comunale per lo sport. Della consulta faranno parte il Sindaco (o l’assessore delegato) in qualità di presidente, il vice presidente esecutivo, il dirigente dell’omonimo settore, un rappresentante per ogni società o associazione sportiva che operi ed abbia sede a Gela e che risulti affiliata ad una Federazione riconosciuta dal CONI o ad un equivalente organismo nazionale, un docente designato quale rappresentante di ogni scuola e di ogni scuola dell’infanzia paritaria, il presidente di ciascuna consulta di quartiere, un rappresentante delle associazioni operanti a favore delle persone con disabilità, un rappresentante del CONI.

Anche le associazioni non riconosciute e i gruppi sportivi amatoriali potranno partecipare alle assemblee della consulta, ma senza diritto di voto.

La domanda di partecipazione va inoltrata tramite pec al seguente indirizzo: comune.gela@pec.comune.gela.cl.it o consegnata brevi manu all’ufficio protocollo di via Bresmes. C’è tempo fino al 3 giugno 2022. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero 0933 906149.

“Vogliamo invitare tutte le associazioni e le società che abbiano i requisiti – affermano il Sindaco Greco e l’assessore Malluzzo – a prendere visione dell’avviso e a partecipare. Il settore dello sport ha subito un fermo non indifferente a causa della pandemia, ma nonostante tutto è riuscito a regalarci grandi soddisfazioni. E che dire della valenza sociale? Per i nostri ragazzi è un fondamentale veicolo per crescere bene, in salute e in compagnia, senza considerare che lo sport può essere un tramite anche per la promozione turistica. Ecco perché su di esso puntiamo molto come amministrazione, e avere una consulta operativa e attenta può realmente fare la differenza”.

Link dell’avviso: https://portale.comune.gela.cl.it/openweb/albo/albo_dettagli.php?id=10800

Continua a leggere

Attualità

Riflessioni sulla Deontologia all’ Ordine degli architetti

Pubblicato

il

Si sono svolti,con grande partecipazione degli iscritti, i due Seminari sulla Deontologia “Il nuovo regolamento dell’Ordine PPC di Caltanissetta”, tenuti il 23 e 24 maggio a San Cataldo e a Gela. L’ordine ha da sempre operato seguendo il principio della trasparenza e  della legalita’ e questa regolamento è un ulteriore passo in avanti che ha il fine di tutelare la partecipazione degli iscritti alla vita dell’Ordine. La presentazione del Nuovo Regolamento, è stata l’occasione per incontrare i colleghi in presenza, grazie all’allentamento delle misure Covid. La conclusione del Seminario ha sviluppato un interessante dibattito, grande partecipazione ed interventi interessanti proposti dai presenti, ha fornito nuovi stimoli per intavolare ulteriori discussioni e punti di riflessione legati, non solo alla Deontologia,soprattutto alla figura del professionista nel contesto lavoro, attività di architettura e sul territorio.
Il Consiglio dell’Ordine ringrazia tutti i relatori ed in maniera particolare l’architetto Salvatore Maria Alù per i chiarimenti relativi Inarcassa , l’architetto Fabrizio Lo Porto per i temi legati al Consiglio di Disciplina ,la questione etica e deontologica nella professione .
A tutti i partecipanti verranno riconsciuti 4 CFP previa iscrizione su iM@teria

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie