Seguici su:

Flash news

Di Cristina e Provenzano e il “porta a porta” a testa alta

Pubblicato

il

Pieno il teatro Eschilo per l’incontro con Peppe Di Cristina, l’ex ministro Giuseppe Provenzano e la candidata alla Presidenza della Regione.Caterina Chinnici. 

Standing ovation per Di Cristina con il pubblico che si è alzato in piedi al termine del suo comizio in teatro .

Di Cristina ha  rivendicato la sua coerenza politica e quella della sua famiglia, ha accusato gli avversari  di cambiare casacca e il centrodestra di aver cambiato il nome di Musumeci con quello di Schifani ma sono la stessa cosa

Di Schifani ha detto che per 30 anni ha servito solo   il suo padrone e non ha fatto nulla per il Sud . Con lui si torna indietro

Contestato pure il M5S: ” hanno fatto un governo con la Lega e uno con il Pd e solo con noi hanno fatto le cose migliori”.

Ha poi detto che Gela ha bisogno di  rappresentanza  .

” Il centrodestra è nemico dei più deboli _ ha aggiunto – ha ridotto l’ospedale di Gela ad un’astanteria .Quelli del centrodestra  sono tutto uguali pensano a nominare in primario all’ospedale piuttosto che un altro e non alla gente”.

” Noi abbiamo idee e fatti concreti e per questo non abbiamo paura del porta a porta, delle piazze, dei comizi”.

Infine un pensiero per il sindaco Greco.  “Grazie sindaco – ha concluso Di Cristina- stai sostenendo i candidati di Fratelli d’Italia , della Lega e di quei partiti che erano tuoi  nemici nel 2019.Ora è chiaro che sei tu che hai tradito non noi”.

L’ex ministro Provenzano ha parlato della partita delicata che si gioca in Italia con la Sicilia che ha un ruolo centrale nella battaglia per non arretrare nei diritti. 

Duro l’affondo contro Musumeci e Razza e il governo di centrodestra  e ai Cinquestelle ha rimproverato di intestarlo i risultati suoi quando era ministro  e del Pd . Sul reddito di cittadinanza l’ex ministro ha detto che non va cancellato. Su De Luca ha detto che è un rischio per la Sicilia perchè per essere rappresentati ai tavoli europei e nazionali non ci vogliono le pagliacciate.

Al sindaco Greco ha ricordato che deve al Pd lo sblocco di Argo e Cassiopea, il Cis e le Zes

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Eccellenze d’Italia, premiata azienda di Gela

Pubblicato

il

La Roma Costruzioni srl fra le Cento Eccellenze della migliore Italia. L’azienda gelese guidata da Giuseppe Romano è stata accolta questa sera nella sala Protomoteca in Campidoglio a Roma, dopo essere stata individuata e selezionata come eccellenza per la crescita del paese.

Un importante riconoscimento che premia la Roma Costruzioni per l’impegno nel rispetto dell’ambiente e per il principio di legalità e trasparenza che da sempre caratterizza l’operato dell’azienda.

“È motivo di lode per me e per la Roma Costruzioni – ha affermato l’amministratore Giuseppe Romano – aver contribuito fino ad oggi alla crescita del Paese. Continueremo a fare del nostro meglio, mossi dalla dedizione e dalla passione che da sempre ci appartengono. Dedico questo premio alla Roma Costruzioni: un’azienda, una squadra, una famiglia prima di tutto”.

La premiazione è stata coordinata dalla giornalista Alda D’Eusanio ed è stata aperta dai saluti istituzionali e dall’inno nazionale eseguito dalla banda musicale della Guardia di Finanza.

Continua a leggere

Flash news

Scerra (FdI): “nessuna interlocuzione con Greco”

Pubblicato

il

“Di certo non vorrei indossare i panni del Sindaco in questo momento.Si trova, per sua colpa e con il concorso di molti politici fanatici dell’opportunismo contingente, a gestire una crisi di governo pesante, al limite della sopravvivenza in cui lui è l’unico superstite”: lo dichiara il consigliere di Fratelli d’Italia Totò Scerra”.
“Spero per la città – aggiunge- che si possa trovare una soluzione e nell’immediato, perché i gelesi non meritano tanta approssimazione.Il tempo del “tirare a campare” credo debba finire qui.
Noi abbiamo perso le elezioni, gli elettori ci hanno voluto all’opposizione e, coerentemente, siamo stati sempre all’opposizione e sempre lo saremo”.

Scerra inoltre sottolinea che”non si apriranno interlocuzioni, non ci interessano cariche o prospettive condivise.
Abbiamo un nostro programma ed un nostro modo di vedere e praticare la politica, una visione che riproporremo alla città e che, stavolta, sono certo sarà premiata perché contraddistinta da un valore che, visti gli esiti della più insensata maggioranza della storia di Gela, si rivela più unico che raro: la coerenza”.

Continua a leggere

Flash news

Un uomo solo al comando

Pubblicato

il

Dalle 11 di oggi è ufficiale.I tre assessori che erano rimasti al fianco del sindaco Greco hanno rassegnato le dimissioni. Anche Terenziano Di Stefano, Ivan Liardi e Romina Morselli hanno lasciato la Giunta.

Greco è ufficialmente un uomo solo al comando di una barca che naviga in acque agitate.

Se approderà ad un porto e in quali condizioni non si sa.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852