Seguici su:

Flash_news

I donatori di sangue tra le categorie prioritarie per la vaccinazione

Pubblicato

il

Il mondo della donazione del sangue si conferma una macchina indispensabile per il funzionamento della sanità, anche e soprattutto in tempo di pandemia. Così il Ministero della salute, con un provvedimento firmato direttamente dal direttore generale della prevenzione Giovanni Rezza, ha inserito gli operatori delle Unità di raccolta tra le categorie prioritarie da vaccinare già in questa prima fase, rientrando tra gli operatori sanitari come articolazioni dei centri trasfusionali. Per ciò che riguarda i donatori di sangue, potranno essere sottoposti a vaccinazione in una fase immediatamente successiva, tra le primissime della vaccinazione di massa. Un risultato che rappresenta un successo per realtà come la Fidas Gela, presieduta da Enzo Emmanuello, che in questi anni ha fatto crescere la propria presenza e incidenza sul territorio contribuendo ad una vasta opera di sensibilizzazione.

Sono circa duemila i donatori periodici di sangue attivi in città, che a questo punto verranno coinvolti nella fase clou della strategia vaccinale. In una nota ufficiale Fidas Gela intende rassicurare «i propri donatori o aspiranti donatori che le attività di raccolta vengono svolte secondo i più rigidi criteri di distanziamento, sicurezza e sanificazione dei locali. Per tale ragione il nobile gesto della donazione può essere compiuto in totale sicurezza e tranquillità. Viviamo un periodo drammatico a causa della pandemia mondiale. Un periodo che ci impone maggiore attenzione e cautela anche nei più piccoli gesti ma che, nel caso della donazione di sangue, non può essere interrotto per non compromettere le terapie salvavita».

(Nella foto alcuni volontari e operatori della Fidas Gela)

Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

In via Sabbioncello residenti stanchi della luce pubblica a singhiozzo

Pubblicato

il

In via Sabbioncello a Macchitella quando c’è la luce è festa. Perché la normalità non è la pubblica illuminazione tutti i giorni ma a macchia di leopardo. A volte si altre volte no. Quando piove no. Ieri per l’ Immacolata era il giorno del no cioè buio pesto. Nella zona il buio favorisce ladri e vandali: per due volte hanno tentato di introdursi nei locali dell’ex casa albergo di Eni. Inoltre spno ben tre le abitazioni visitate dai ladri nelle ultime settimane. I residenti al buio hanno paura ad uscire di casa per gettare la spazzatura o portare io cane a passeggio. Reclamano un impianto di illuminazione che funzioni sempre.Sono stanchi di fare segnalazioni di guasto  e chiedono la luce full time  non a singhiozzo.

Continua a leggere

Attualità

Entusiasmo in centro per “Corri con Papà Natale”

Pubblicato

il

Tanti bambini e tantissimo entusiasmo questa mattina in centro per “Corri con Papà Natale”, la manifestazione sportiva condotta dalla Green&Sport. L’associazione presieduta da Giuseppe Veletti ha riproposto quest’anno la gara podistica in cui i bimbi hanno corso lungo corso Vittorio Emanuele insieme ai loro papà.

A gareggiare i piccoli alunni delle scuole locali, dall’infanzia alle medie. La partecipazione di tante associazioni, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, ha permesso di realizzare una manifestazione che punta fin dalla prima edizione sulla sana aggregazione e la promozione dei sani stili di vita.

Continua a leggere

Flash_news

Melfa’s, Bernardo: «A Gravina sconfitti dopo una grande gara. Arrabbiati ma carichi»

Pubblicato

il

Una sconfitta dal sapore agrodolce quella del Melfa’s Gela basket sul campo del Gravina. Domenica scorsa, sul parquet etneo, il roster gelese ha sfiorato il colpaccio: se da un lato non può non esserci amarezza per la sconfitta di misura (77-72 il finale), c’è anche tanta voglia di tornare in campo dopo aver dimostrato forza e qualità al cospetto di una delle capoliste del girone Azzurro di Serie C Gold. Ed è da questa adrenalina che bisogna ripartire in vista della seconda parte della stagione.

«Abbiamo disputato una grande partita – dice coach Totò Bernardo – al cospetto di una delle formazioni più forti del campionato, decisamente la più in forma. I ragazzi hanno dato tutto. Certo, abbiamo sprecato il match ball e siamo arrabbiati perché, come contro Milazzo e Palermo, anche questo big-match ci è sfuggito per un episodio. Ma siamo carichi: vincere su un campo come quello catanese avrebbe dato una svolta alla nostra stagione, ma l’appuntamento – conclude – è soltanto rinviato».

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852