Seguici su:

Flash_news

I donatori di sangue tra le categorie prioritarie per la vaccinazione

Pubblicato

il

Il mondo della donazione del sangue si conferma una macchina indispensabile per il funzionamento della sanità, anche e soprattutto in tempo di pandemia. Così il Ministero della salute, con un provvedimento firmato direttamente dal direttore generale della prevenzione Giovanni Rezza, ha inserito gli operatori delle Unità di raccolta tra le categorie prioritarie da vaccinare già in questa prima fase, rientrando tra gli operatori sanitari come articolazioni dei centri trasfusionali. Per ciò che riguarda i donatori di sangue, potranno essere sottoposti a vaccinazione in una fase immediatamente successiva, tra le primissime della vaccinazione di massa. Un risultato che rappresenta un successo per realtà come la Fidas Gela, presieduta da Enzo Emmanuello, che in questi anni ha fatto crescere la propria presenza e incidenza sul territorio contribuendo ad una vasta opera di sensibilizzazione.

Sono circa duemila i donatori periodici di sangue attivi in città, che a questo punto verranno coinvolti nella fase clou della strategia vaccinale. In una nota ufficiale Fidas Gela intende rassicurare «i propri donatori o aspiranti donatori che le attività di raccolta vengono svolte secondo i più rigidi criteri di distanziamento, sicurezza e sanificazione dei locali. Per tale ragione il nobile gesto della donazione può essere compiuto in totale sicurezza e tranquillità. Viviamo un periodo drammatico a causa della pandemia mondiale. Un periodo che ci impone maggiore attenzione e cautela anche nei più piccoli gesti ma che, nel caso della donazione di sangue, non può essere interrotto per non compromettere le terapie salvavita».

(Nella foto alcuni volontari e operatori della Fidas Gela)

Continua a leggere
Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash_news

Basket, Serie C Silver: Melfa’s Gela ko all’esordio

Pubblicato

il

È una sconfitta e come ogni sconfitta fa male, certo. Ma i segni confortanti non mancano: una gara alla pari contro una formazione forte che gioca insieme da tempo e un testa a testa durato in pratica per tutta la partita. E poi, ovviamente, il piacere o meglio la gioia di essere finalmente tornati in campo in un match ufficiale dopo un lungo anno. Il Melfa’s Gela basket perde 61-72 nell’esordio stagionale contro il Cus Catania, ma si gioca punto a punto almeno fino al terzo quarto, quando gli etnei compiono lo “stacco” decisivo per assicurarsi la vittoria finale.

Primo tempo favorevole ai gelesi (20-18), mentre prima del riposo lungo sono gli ospiti a portarsi in vantaggio (36-37). Nella seconda parte di gara il Cus Catania sale in cattedra, i gelesi sprecano un po’ sotto canestro e il parziale si chiude 52-56, preludio all’allungo finale. Emanuele Caiola e compagni giocano comunque una buona gara e si può guardare con fiducia alla prossima partita. Di contro, in casa Cus è emersa la maggior esperienza di Saccà e soci. Nota a margine: la sfida si è disputata al PalaItis, ma fin dal prossimo appuntamento casalingo il Melfa’s Gela basket potrebbe “trasferirsi” definitivamente al PalaLivatino, dove i lavori di ristrutturazione sono in dirittura d’arrivo.

Continua a leggere

Attualità

Gela, sette guariti e tre positivi al Covid-19: preoccupa la situazione a Riesi

Pubblicato

il

Tre nuovi positivi e 7 guariti dal Covid-19. L’ultimo bollettino dell’Asp sembra essere rassicurante, anche se preoccupa la situazione epidemiologica a Riesi dove i casi sono in continua crescita.


Nelle ultime 24 ore riscontro di 38 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 15 pazienti di Riesi, 6 di Niscemi, 5 di San Cataldo, 3 di Caltanissetta, 3 di Gela, 2 di Montedoro, 1 di Mussomeli, 1 di Santa Caterina Villarmosa, 1 di Vallelunga Pratameno e 1 di Villalba. Ricoverato in degenza ordinaria 1 paziente di Caltanissetta. Dimessi dalla degenza ordinaria 1 paziente di Niscemi e 1 proveniente da fuori provincia. Deceduto 1 paziente di Caltanissetta positivo al SARS CoV-2. Guariti: 7 pazienti di Gela, 7 di Niscemi, 6 di Riesi, 4 di Caltanissetta e 1 di San Cataldo.

Continua a leggere

Attualità

Il parco Russello e la fretta di tagliare il nastro

Pubblicato

il

Perché tanta fretta di inaugurare opere non ancora completate? Sono dietro l’angolo le elezioni e bisogna catturare consensi? Non è così. Ma la fretta di tagliare nastri gioca brutti scherzi all’amministrazione comunale anche quando ha realizzato qualcosa di buono. Come il parco giochi di piazza Francesco Russello. Promesso un anno e mezzo fa e realizzato da qualche settimana con le immancabili foto nei social e la solita propaganda  travestita da informazione istituzionale. Il parco giochi è bello e la piazza è rinata. Un solo neo: la fretta di tagliare il nastro e di mettere in moto la propaganda fa dimenticare che c’ è nella stessa area l’erba alta da tagliare, ci sono i laterizi da eliminare e le panchine in ferro rotte e piene di ruggine da portare vie. Nella foto e nelle immagini diffuse dalla propaganda comunale non si vedono ma ci hanno pensato i cittadini in una domenica di sole a farlo notare postando le foto scattate sul posto mentre i figli giocavano  nel nuovo e bel parco. Bel parco si,ma…. L’Amministrazione comunale interverrà sicuramente a completare i lavori in quell’area. Resta solo da capire perché tanta fretta di tagliare nastri e nastrini prima che l’intera area fosse veramente recuperata.

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G. - Direttore Giuseppe D'Onchia
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Redazione: Maria Concetta Goldini, Franco Gallo, Laura Mendola, Domenico Russello, Rosa Battaglia.