Seguici su:

sport

Il maggio di dieci anni fa: il Gela batteva la Nocerina e conquistava la salvezza. Una delle ultime gioie del calcio gelese

Pubblicato

il

Era l’8 maggio 2011. In uno stadio “Vincenzo Presti” gremito, nel pieno di una soleggiata domenica di primavera, il Gela calcio batteva 2-1 la Nocerina già vincitrice del campionato e neopromossa in Serie B, conquistando la salvezza nel campionato di Prima Divisione. Dopo l’iniziale vantaggio di Galizia, arrivarono prima il pareggio di Nazzareno Scopelliti su corner di Evan Cunzi, poi il gol della vittoria firmato dallo stesso Cunzi su assist di Emilio Docente. A fine partita, l’apoteosi. Il Gela di mister Fofò Ammirata conquistava la salvezza con una giornata d’anticipo al termine di una stagione complicatissima ma dal lieto fine. La foto dell’abbraccio tra il presidente Angelo Tuccio e mister Ammirata, nella festa degli spogliatoi tra fiumi di spumante, racconta un pezzo di storia.

Una storia bellissima, di grande calcio e grandi gioie. Pochi mesi dopo le cose cambiarono, il Gela non s’iscrisse al campionato 2011/12 pur avendo già l’accordo con il nuovo tecnico Giuliano Sonzogni, pur avendo già chiuso importanti trattative di mercato: su tutte, quella con un talento nascente del calcio nazionale, Alessandro Florenzi. Una nave importante e solida stava per naufragare, ma dopo il naufragio riuscì comunque a salpare ancora e sfiorare nel 2017 l’approdo nel calcio professionistico. Quanto accaduto negli ultimi anni è cosa – purtroppo – nota. Oggi si ripescano i ricordi, anche causa pandemia, come quel dolcissimo pomeriggio del maggio di dieci anni fa, di cui questa foto è testimonianza perfetta.

sport

Periplo è a Gela: sport e solidarietà

Pubblicato

il

Mattinata speciale al lungomare della città delgolfo, 3a tappa del Periplo della Sicilia che ha coinvolto le associazioni deldono AIDO – ADOCES SICILIA ODV E FIDAS GELA per la promozione del dono diorgani, cellule e tessuti.In un angolo del nostro meraviglioso lungomare, allestitoper l’occasione dai volontari di ADOCES per rendere speciale l’incontro conMichail Speciale, il biker del dono ed accoglierlo con il consueto calore che iGelesi riservano ai suoi visitatori.Commovente l’incontro tra i ciclisti dell’AssociazioneASD VELO CUB del presidente Aliottae Michail nei pressi di Manfria, dove ad attenderli c’era anche il presidenteregionale di AIDO SICILIA, PaolaPisciotta. I nostri ciclisti hanno voluto accompagnare il bikerfino al lungomare di Gela, dove ad attenderli c’erano Terenziano di Stefano, Vice Sindaco del Comune di Gela, Giacomo Giurato, Presidenteregionale di ADOCES SICILIA ODV, l’associazione Regionale che si occupa delladonazione di cellule staminali emopoietiche e sangue cordonale, gli amici dellaFIDAS GELA del Presidente EnzoEmmanuello, che si occupa della donazione di sangue, il Dott. Toti Damante, referente AIDOdi GELA, primario di Terapia Intensiva dell’Ospedale V.E. di Gela, la Dott.ssa Valentina Fiorica, psicologa cheassiste i familiari dei donatori di organi, Giuseppe Provinzano, coordinatore Infermieristico del reparto di rianimazione e il partner EDC Services di Veronica CiaramellaGela città del DONO ha dimostrato ancora una voltaquanto sia diffusa la cultura della donazione tanto da diventare un modellonazionale. E’ stata una mattinata di emozioni a partire dalla consegna, daparte del Vice Sindaco Terenziano di Stefano, di una pergamena che recita “Al Biker del dono, Michail Speciale perché possatestimoniare l’amore per la VITA attraverso lo sport”.  Altro momento, il dono di un piatto con lariproduzione di un’antica moneta d Gela, donato dall’artigiano Roberto Tasconee la consegna del libro di Giacomo Giurato “IO VOGLIO VIVERE” come auspicio per tutti i pazienti in attesadi trapianto.Grazie all’evento di oggi, patrocinato dal Comune diGela, è passato un messaggio straordinario, quello che conferma che Il miracolodella vita è alla portata di ognuno di noi. Tutti gli attori di oggi si sonoripromessi di organizzare presto una giornata dedicata alle adesioni comedonatori di organi.Un lungo abbraccio ha concluso questa tappaindimenticabile del tour, con i ciclisti del velo club hanno voluto accompagnareMichail fino alla fontana della Pace di Vittoria, tappa successiva.

Continua a leggere

sport

Miccichè docente per Asi e Plurimpresa

Pubblicato

il


All’insegnante Valter Miccichè è andato l’incarico di docente nell’ambito di un corso di formazione per istruttore di Ginnastica di 1° livello  nazionale, per conto di “PLURIMPRESA” e “ASI” di cui il presidente provinciale, Salvatore Spinello, gestisce tutta la parte organizzativa, Miccichè nella formazione parlerà di Ginnastica dalla storia antica ai giorni d’oggi, spiegherà l’evoluzione del termine e delle modalità di approcciarsi a questo sport, che tra le altre cosa è il più antico del mondo. Durante il corso si tratteranno argomenti specifici della disciplina con l’obiettivo di dare una completa formazione agli Istruttori che dovranno lavorare nelle palestre. Il corso è gratuito per i partecipanti e ha una durata di 133 ore.

Continua a leggere

Flash_news

L’Orizzonte torna dalla prima trasferta, Saluci: «Importante ripartire»

Pubblicato

il

Dopo oltre un anno di attività svolte quasi esclusivamente sulle piattaforme digitali, per l’associazione Orizzonte è tempo di tornare a gareggiare in presenza. Nei giorni scorsi il team presieduto da Natale Saluci ha partecipato ai campionati italiani paralimpici di tennistavolo disputati a Cadelbosco di Sopra, in Emilia Romagna. Una lunga trasferta in pullman alla quale hanno preso parte il presidente Saluci, il tecnico Silvana Palumbo e gli atleti Armando Sciascia, Graziano Bennici, Emanuele Barone, Nucciò Samà e Mario Pizzardi.

Per tutti un banco di prova importante, alla luce dei rigidi protocolli di sicurezza. Ma anche l’opportunità di tornare finalmente a valorizzare l’aspetto aggregativo e inclusivo dello sport, direttamente in presenza. «Per noi è molto importante ripartire – sottolinea Saluci –, i ragazzi in questo lungo periodo sono stati eccezionali e anche da casa non si sono mai dati per vinti, partecipando agli Smart games con grande entusiasmo. Adesso però è arrivato il momento di riappropriarci delle possibilità di incontro e relazione che ci offre la pratica sportiva per migliorare la cultura dell’inclusione a tutti i livelli».

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852