Seguici su:

sport

Il maggio di dieci anni fa: il Gela batteva la Nocerina e conquistava la salvezza. Una delle ultime gioie del calcio gelese

Pubblicato

il

Era l’8 maggio 2011. In uno stadio “Vincenzo Presti” gremito, nel pieno di una soleggiata domenica di primavera, il Gela calcio batteva 2-1 la Nocerina già vincitrice del campionato e neopromossa in Serie B, conquistando la salvezza nel campionato di Prima Divisione. Dopo l’iniziale vantaggio di Galizia, arrivarono prima il pareggio di Nazzareno Scopelliti su corner di Evan Cunzi, poi il gol della vittoria firmato dallo stesso Cunzi su assist di Emilio Docente. A fine partita, l’apoteosi. Il Gela di mister Fofò Ammirata conquistava la salvezza con una giornata d’anticipo al termine di una stagione complicatissima ma dal lieto fine. La foto dell’abbraccio tra il presidente Angelo Tuccio e mister Ammirata, nella festa degli spogliatoi tra fiumi di spumante, racconta un pezzo di storia.

Una storia bellissima, di grande calcio e grandi gioie. Pochi mesi dopo le cose cambiarono, il Gela non s’iscrisse al campionato 2011/12 pur avendo già l’accordo con il nuovo tecnico Giuliano Sonzogni, pur avendo già chiuso importanti trattative di mercato: su tutte, quella con un talento nascente del calcio nazionale, Alessandro Florenzi. Una nave importante e solida stava per naufragare, ma dopo il naufragio riuscì comunque a salpare ancora e sfiorare nel 2017 l’approdo nel calcio professionistico. Quanto accaduto negli ultimi anni è cosa – purtroppo – nota. Oggi si ripescano i ricordi, anche causa pandemia, come quel dolcissimo pomeriggio del maggio di dieci anni fa, di cui questa foto è testimonianza perfetta.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sport

Ssd Gela futsal, domani gara interna contro la Domenico Savio

Pubblicato

il

Dopo il doppio impegno esterno contro Viagrande e Siac Messina, torna sul parquet del PalaLivatino la Ssd Gela futsal capolista del girone B di Serie C1. I biancazzurri, reduci dall’inatteso pari contro l’ultima della classe di sabato scorso, ospiteranno domani alle ore 17 il Domenico Savio, penultimo con 13 punti.

Caglià e compagni, nonostante il mezzo passo falso in quel di Messina, mantengono la vetta della classifica con 38 punti: uno in più della Pgs Vigor San Cataldo, che ospiterà a sua volta il Barcellona Futsal. Il tecnico Enzo Fecondo in settimana non ha fatto drammi sulla prestazione di Messina, chiedendo al gruppo maggiore concentrazione vista l’alta posta in palio e l’occasioni di poter scrivere una pagina importante dello sport gelese.

Continua a leggere

sport

Ssd Gela, servono risposte: domenica sfida delicata contro il Misterbianco

Pubblicato

il

Allenamenti a testa bassa, con l’obiettivo di trovare finalmente il successo dopo le ultime tre gare, nelle quali sono arrivate due sconfitte e un pareggio. Arriva così alla 18º giornata il campionato di Promozione: domenica alle 15 al “Vincenzo Presti”, la Ssd Gela ospiterà il Misterbianco Calcio di mister Currò, terzultimo del girone D con 15 punti.

Intenta a riconquistare la vetta della classifica,  la squadra di mister Fausciana è chiamata a riscattare un periodo buio di risultati e prestazioni, così da sfruttare ogni minima occasione per riconquistare il primo posto. 

Continua a leggere

sport

“Bomba” sulla C Gold: Emanuele Caiola non risulta tesserato per la Siaz Piazza Armerina

Pubblicato

il

È una vera e propria “bomba” quella che viene scagliata sul campionato di Serie C Gold, quello in cui milita la Melfa’s Gela basket. La Siaz Piazza Armerina, capolista del torneo, rischia di essere travolta da un “terremoto” sportivo poiché, in seguito alla gara di domenica scorsa a Messina, vinta al PalaMili contro i padroni di casa del Basket school, gli ufficiali di gara hanno riscontrato un’anomalia nel tesseramento di Emanuele Caiola (nella foto a sinistra, insieme al fratello Gaspare): l’atleta gelese autentico trascinatore del roster piazzese in questa cavalcata trionfale in testa alla classifica. In sostanza, per un evidente errore, la società non avrebbe tesserato il cestista classe 1993 ma un omonimo nato nel 1996.

Spiega la Fip Sicilia in un comunicato: “Durante il riconoscimento da parte degli arbitri e degli ufficiali di campo sia siciliani che calabresi, il giocatore è sempre risultato in regola prima della gara di domenica 29 gennaio perché il documento in Lista R corrispondeva a quello fornito dal giocatore. Tuttavia, nell’ultima gara ci si è resi conto della discrepanza dei dati anagrafici riportati in Lista R esibita dalla Siaz. La società decideva di correggere a penna la Lista R, riportando sia il codice fiscale che la data di nascita di Emanuele Caiola, nato nel 1993.

“Dal controllo post gara eseguito dal giudice sportivo – si legge ancora nel comunicato -, è emerso che Emanuele Caiola nato nel 1993 non risulta tesserato per la Siaz e ha un tesseramento attivo come istruttore minibasket per la società SB Basket School di Gela, mentre è Emanuele Caiola nato nel 1996 che risulta tesserato come atleta per la Siaz Piazza Armerina”.

E adesso? L’errore potrebbe costare carissimo alla società piazzese: “ Il Giudice Sportivo ha omologato la gara di Serie C Gold Basket School Messina – Siaz Piazza Armerina con il punteggio di 20-0 per la posizione irregolare del giocatore Emanuele Caiola. L’omologazione è stata causata dalla violazione dell’articolo 52 RE Gare: il giocatore non risulta tesserato”. Ma è l’intera classifica del campionato che, a questo punto potrebbe venire riscritta Dato che la capolista ha schierato tassativamente un giocatore senza tesseramento. Una grossa tegola sul futuro del torneo e sulle ambizioni della Siaz Piazza Armerina. 

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852