Seguici su:

Spettacolo

IlGazzettinodiGela.it il primo Gennaio 2021 sarà l’inizio di una nuova avventura

Pubblicato

il

Il primo Gennaio 2021 sarà l’inizio di una nuova avventura, un progetto consapevole e maturo che prende vita da un percorso di riflessione e studio, consapevoli della forza e della spiccata professionalità della redazione che è diretta da Giuseppe D’Onchia e sarà collaborato dalle migliori penne del panorama giornalistico locale come: Maria Concetta Goldini, Franco Gallo, Laura Mendola, Domenico Russello ed altri.

IlGazzettinodiGela.itè il nuovo progetto editoriale che ha come obiettivo quello di costruire una nuova e interessante realtà che sia professionale, rigorosa nelle sue politiche, ma con un approccio frizzante e innovativo, in grado di coinvolgere più pubblico possibile e avvicinarlo al digital friendly, a metà tra un webinar, diretta radio fm e facebook oltre alle intervista in web-tv, vuole offrire una completa oggettività dei fatti. Il rapporto con i social media e con il digitale ci ha portato a pensare ad un giornalismo che passi attraverso la lettura attenta sulle tematiche che affrontano i classici argomenti di politica, cronaca, sport, attualità. Inoltre, vuole offrire l’opportunità, ai lettori, di servirsi di approfondimenti sociali e culturali.

Advertisement

IlGazzettinodiGela.it oltre ad approfondire i temi tradizionali del nostro territorio, lavorando in un’officina di idee creata su misura per arricchire i nostri lettori, vuole creare anche uno spazio per pubblicizzare le aziende pronte a sposare questo progetto editoriale. Sono diversi i pacchetti pensati per essere alla portata di tutti gli imprenditori che vorranno ricevere visibilità e diventare partner del progetto. Gli interessati potranno contattare la redazione ai numeri whatsapp 333-6400373 o 328-4859315

Rubriche

Teatro, Castello Ursino, va in scena “La spiaggia” 

Pubblicato

il

L’appuntamento con il fortunato testo di Luca De Bei diretto da Giovanni Anfuso e con protagonista Liliana Randi è per domenica 21 agosto alle 21 nell’ambito del Catania Summer Fest. Il regista, “Una storia fragile, divertente ed emozionante a un tempo, che narra del rapporto tra una donna e il suo papà”. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti, ma necessario prenotare con una e-mail 

Irene è sola, sull’arenile, protetta da grandi occhiali da sole, seduta davanti al mare su una sdraio, con una borsa di paglia al fianco.

È essenziale e al tempo stesso efficacissima la scenografia di Riccardo Cappello per La spiaggia, spettacolo che, diretto da Giovanni Anfuso e interpretato da Liliana Randi, andrà in scena domenica 21 agosto alle 21 nel Castello Ursino nell’ambito del Catania Summer Fest (ingresso gratuito fino a esaurimento posti su prenotazione alla e-mail produzioniraffaello@gmail.com).

“Il testo – spiega Anfuso – è tratto dall’omonimo libro, uscito nel 2017, di Luca De Bei, che nello stesso anno ne ha fatto una riduzione teatrale rappresentata con grande successo. Una drammaturgia particolare: fragile, divertente ed emozionante a un tempo, che narra del rapporto tra una donna e il suo papà attraverso le varie fasi della vita: bambina, adolescente, donna matura, moglie e poi anche lei madre. E attraverso questi momenti scopriamo l’importanza della figura paterna attraverso tutte le volte in cui genitore e figlia si sono incontrati. Ossia tutte le domeniche di primavera e d’estate su questa bellissima e simbolica spiaggia. Che è luogo della vita, dei ricordi e delle emozioni”.

E su quella spiaggia Irene si interroga sulla propria vita, alla ricerca delle radici della propria solitudine, che affondano nell’infanzia e in un padre poco presente. 

Protagonista del lavoro – che si deve a Produzioni Raffaello, Associazionecittàteatro, Buongiorno Sicilia e Vision Sicily – è una Liliana Randi che tiene a sottolineare come le piaccia “molto interpretare questo testo che è una novità assoluta per la Sicilia”.

Irene – afferma l’attrice – è una ragazza nella quale si possono identificare un po’ tutte le donne del pubblico. È al centro di una storia divertente, emozionante, legata al suo rapporto con il padre. E che mi ha molto colpito perché mi ha ricordato parecchio il rapporto con il mio papà. E anche quello con la mia mamma”. 

Le musiche dello spettacolo sono di Paolo Daniele, i costumi ancora di Riccardo Cappello, il light designer è Francesco Sequenzia mentre aiuto regista è Agnese Failla.

Continua a leggere

Spettacolo

Disco Village di Radio Gela Express: un successo senza precedenti

Pubblicato

il

Successo senza precedenti per il Disco Village organizzato da Radio Gela Express. Migliaia di ragazzi sono confluiti a Macchitella per godere della musica, ballo e divertimento sano e alla portata di tutti con il format Dico Village di Radio Gela Express che coinvolge i DJ locali. Ogni estate, Disco Village, diventa live e si trasforma in un grande evento. Un tripudio di giovani che si sono dati appuntamento per ballare e divertirsi in allegria. Anche ieri sera la musica ha coinvolto migliaia di giovani.
Quello di quest’anno è giunto alla undicesima edizione che si svolgerà in due serate. Venerdì 12 e sabato 13 Agosto. Il sito scelto è Piazza Suor Teresa Valsè a Macchitella, accanto al chioschetto, punto di riferimento dei giovani e non solo.


Questo il programma:
Il12 Agosto, alle ore 20,00 è stata aperta la diretta radio la speaker Ramona Sciascia. Alle 22,00 Massimo Cavallaro (ALMA DE CUBA) si è esibita con il suo staff e la sua musica latino americana. A mezzanotte è stato il Turno di Graziano La Cognata con la Dance Music.
Ieri 13 Agosto, alle ore 20,00 Ramona Sciascia aprirà la pista con la diretta radiofonica. Alle 22,00 in consolle Alex Tignino e Daniele Lo Bartolo. A Mezzanotte si esibirà il famoso DJ SHORTY direttamente da M2O. A seguire la musica di Antonio Audace.
Il progetto è stato sostenuto dall’amministrazione Comunale di Gela e dalla Regione Siciliana.

Continua a leggere

Rubriche

Bilancio ok per l’inferno al Castello aragonese

Pubblicato

il

Il presidente di Buongiorno Sicilia, Simone Trischitta, a conclusione del ciclo di repliche: “abbiamo fatto il pienone di spettatori e soprattutto di giovani”. Gli incontri della Compagnia con i ragazzi al termine delle repliche per illustrare loro il funzionamento della macchina dello spettacolo. Giovedì prossimo nel Castello Aragonese una giornata di studi con gli amministratori sulla valorizzazione di siti naturalistici e monumentali avviato nel 2018 con vari lavori teatrali e che ha comportato il risveglio di turismo ed economia in vari territori.

Ancora una volta un grande successo a testimonianza che Inferno è il kolossal teatrale dei record”.

È molto soddisfatto Simone Trischitta, presidente di Buongiorno Sicilia, produttrice con Vision Sicily dello spettacolo visto fino adesso da più di 52.000 spettatori e che giovedì scorso ha concluso le sue repliche nel Castello Aragonese di Piazza Armerina.

“Questa splendida cittadina nel cuore della Sicilia – ha sottolineato Trischitta – si è dimostrata centro di un territorio con una grande fame di eventi culturali. E così, ancora una volta, abbiamo fatto il pienone di spettatori e soprattutto di giovani”.

Grande è stato infatti l’interesse dimostrato da questi ultimi fin dalle prove di Inferno. Tanto che, a seguito delle sollecitazioni e venendo incontro all’idea del regista, al termine delle ultime rappresentazioni delle 22 i protagonisti hanno incontrato i ragazzi per parlare loro dei segreti dello spettacolo.

“Ai giovani – ha affermato Trischitta – abbiamo spiegato come funzionasse quella gran macchina che è l’Inferno, in scena grazie al lavoro non solo di attori e danzatori ma di una quarantina di addetti”.

Fino all’ultima sera, dunque, grandi applausi per il regista Giovanni Anfuso e per tutti i protagonisti: Liliana Randi (Narratrice), Davide Sbrogiò (Ugolino), Angelo D’Agosta (Dante), Ivan Giambirtone (Virgilio), Giovanna Mangiù (Francesca da Rimini), Liborio Natali (Ulisse), Luciano Fioretto (Turista/Caronte) e Mirko Russo (Paolo/Diomede/Arcivescovo Ruggieri). E poi i dannatiChiara Barbera, Federica Bardaré, Giorgia Bardaré, Sara Campione, Rebecca Di Dio, Sara Guccio, Nicole Marino e Odile Platania. Consensi anche per la coreografa Fia Distefano, per Riccardo Cappello che firma scene e costumi e Nello Toscano autore delle musiche. Vanno poi citati l’aiuto regista Agnese FaillaDavide La Colla ed Enzo Valenti, rispettivamente light designer e sound designer, l’assistente scenografa Sara Lazzaro Danzuso, il datore luci Francesco Sequenzia, il fonico Giuseppe Ghisoli e il numeroso personale di staff.

Trischitta ha infine sottolineato come le attività a Piazza Armerina si concluderanno soltanto giovedì prossimo, “quando – ha annunciato – con gli amministratori locali e il proprietario del Castello Aragonese, tireremo le somme di quest’operazione durante una giornata di studio dedicata all’impatto di questo innovativo tipo di spettacolo, al tempo stesso culturale e popolare, sui territori a vocazione turistica”.

La giornata di studio, moderata dal giornalista Giovanni Iozzia, si svolgerà dunque nel pomeriggio del 18 agosto all’esternodel maniero ed è prevista la partecipazione del sindaco di Piazza Antonino Cammarata, dell’assessore al Turismo e Spettacolo Ettore Messina, del proprietario del castello, Giancarlo Scicolone, oltre che del regista di Inferno, Giovanni Anfuso e dei protagonisti del kolossal dei record, impegnati a recitare, nel corso della giornata, i versi immortali di Dante. Ci saranno poi, naturalmente, i produttori che, ormai dal 2018 con diversi spettacoli culturali e popolari insieme – lo stesso Inferno, Odissea, Agata, la Santa fanciulla, Le Allegre Comari di Windsor –, stanno conducendo un’opera di valorizzazione di siti naturalistici e monumentali che ha comportato il risveglio di turismo ed economia 

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852