Seguici su:

Cronaca

La Bennici difende i dirigenti e attacca il sindaco

Pubblicato

il

Le condizioni dell’atrio del cimitero Farello e tutte le polemiche che sono seguite fanno ancora discutere. Ancor di più il tentativo, oramai vano, del primo cittadino che, in ogni occasione tenta ( ma ormai non riesce più) di scrollarsi le responsabilità di dosso e di caricarle su altri. Spezza una lancia a difesa dei dirigenti la consigliera di Fratelli d’Italia, Sandra Bennici. Fa di più: la Bennici, attacca il sindaco sulla responsabilità di non avere attivato i concorsi dopo 30 mesi di gestione, onde scaricare di lavoro i dirigenti che oggi vengono additati come responsabili.

“La sindrome del ‘deresponsabilizzato ‘.
Così definiscono gli psicologi chi attribuisce agli altri la responsabilità dei propri errori – dice la Bennici –
La cosa peggiore che si può fare quando non si riesce a raggiungere un risultato è quello di incolpare gli altri
È prassi per il sindaco fare ciò,proprio per distogliere L attenzione dal fallimento della sua gestione
In qst giorni ha attribuito la responsabilità dello stato indecoroso del cimitero Farello ai suoi Dirigenti ,nei confronti dei quali,afferma prenderà dei provvedimenti di rigore .

Eppure sono trascorsi 30 mesi dal suo insediamento e dovrebbe sapere che i suoi dirigenti sono oberati di lavoro ed assolvono ruoli e competenze più onerose di quelle previste ordinariamente
La professionalità e L abnegazione dei dirigenti e funzionari regge la malconcia baracca comunale ,priva di mezzi e di risorse umane .
Molti dipendenti comunali sono andati in pensione senza essere sostituiti e altri sono part time,creando non pochi disagi e lacune alla fragile struttura organizzativa del comune
La priorità del primo cittadino dovrebbe essere creare le condizioni per poter effettuare nuove assunzioni in modo da permettere ai dirigenti di lavorare nel migliore dei modi
Riprendere il concetto di ‘performance ‘ che anni fa era stato raggiunto dal comune di gela
Quando fu premiato per aver introdotto primo fra tutti la fatturazione elettronica
Ma si stava meglio quando chi oggi al governo della città affermava che si stava peggio!
Oggi il comune fa solo fatica a svolgere L ordinario
Il sindaco dovrebbe dire solo grazie ai suoi Dirigenti e dipendenti che nonostante tutto riescono ad assolvere
La mole di lavoro che affrontano giornalmente
Ma è tipico di chi soffre di tale sindrome
L arroganza di attribuire agli altri la responsabilità
Purtroppo così come definisce Carl Rogers
La sola persona che non può essere aiutata è quella che getta la colpa sugli altri”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Cade in una vasca per l’irrigazione, tunisino annega a Vittoria

Pubblicato

il

Tragedia nelle campagne di contrada Resinè a Vittoria. Per cause da accertare, un tunisino di 28 anni è scivolato all’interno di una grande vasca colma d’acqua, morendo annegato. Il corpo è stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Indagano i carabinieri

foto Franco Assenza

Continua a leggere

Cronaca

Furto in abitazione

Pubblicato

il


Ragusa – I Carabinieri della Stazione di Ragusa Principale, a seguito di una rapida attività d’indagine sono riusciti a risalire all’identità di una persona ritenuta responsabile del furto consumato nel pomeriggio del 2 luglio scorso in danno di un esercizio commerciale in via Roma, nel centro storico di Ragusa.


In particolare dopo il furto, il proprietario dell’esercizio aveva formalizzato la denuncia e quindi i Carabinieri, dopo aver visionato i filmati di videosorveglianza presenti in zona, hanno identificato il presunto responsabile che è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ragusa. Oltre a quest’ultimo è stato identificato e denunciato per ricettazione l’acquirente di parte della refurtiva consistente in un telefono cellulare che veniva recuperato e riconsegnato al proprietario.


Sempre i Carabinieri della Stazione di Ragusa Principale hanno deferito in stato di libertà un cittadino italiano ritenuto responsabile di reiterati episodi di furti di gioielli e bigiotteria perpetrati in danno della ex coniuge per un valore di oltre 2.000 euro. Nella circostanza lo stesso veniva denunciato anche per non aver versato l’assegno di mantenimento alla propria figlia.

Continua a leggere

Cronaca

Bimba persa e ritrovata dalla polizia

Pubblicato

il

Marina di Ragusa – Prosegue l’attività di controllo straordinario del territorio ed il controllo ad Alto Impatto predisposti dalla Questura di Ragusa con la condivisione dei Comandi Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, a seguito delle tematiche di settore approfondite in Prefettura in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

In considerazione della ormai avviata stagione estiva e del cospicuo flusso di pubblico anche nelle ore notturne, al fine di garantire l’ordine e la sicurezza, l’attività operativa è stata incrementata e focalizzata sull’intero litorale ragusano.

Gli Agenti di Polizia della Questura di Ragusa, nel corso delle perlustrazioni sul litorale marittimo ragusano, a Marina di Ragusa, alle ore 02,00 circa di sabato scorso, presso il Porto Turistico, sono stati avvicinati da una donna visibilmente agitata che segnalava la scomparsa della propria figlia di 5 anni la quale si era allontanata da circa un’ora con il monopattino. 

Attivate immediatamente le ricerche, la Sala Operativa ha comunicato che la piccola era stata ritrovata e presa temporaneamente in custodia da una donna che aveva prontamente chiamato il numero di emergenza prendendosi cura della bimba rassicurandola e temporeggiando comprandole anche lo zucchero filato in attesa dell’arrivo della pattuglia.

La bambina, ritrovata sul lungomare Andrea Doria, svolti i dovuti accertamenti, è stata affidata ai genitori

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852