Seguici su:

Flash news

L’on. Arancio presenta interrogazione su Timpazzo

Pubblicato

il

Mentre il direttivo locale del Pd si è riunito alle 20 per trattare le iniziative da intraprendere a tutela della discarica di Timpazzo, l’on. Giusepoe Arancio ha presentato un’interrogazione al Presidente Musumeci. Questo il testo integrale :

Interrogazione

Iniziative urgenti al fine di garantire i regimi di tutela previsti allo scopo di salvaguardare l’area di Contrada Timpazzo a Gela (CL).

Al Presidente della Regione, All’Assessore per l’energia e i servizi di pubblica utilità e All’Assessore per il territorio e ambiente.

Premesso che:

la piattaforma polifunzionale di C.DA TIMPAZZO A GELA (CL) è all’Interno del SITO di Natura 2000 ZPS ITA 050012;

vi sono in atto progetti che prevedono nell’area sopraindicata: UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E RECUPERO DELLA FRAZIONE UMIDA DA RACCOLTA DIFFERENZIATA e un PROGETTO PER L’AUMENTO DELLA CAPACITA’ DI TRATTAMENTO GIORNALIERO DELL’IMPIANTO DI DISCARICA che si traduce nell’ampliamento della vasca E;

risulterebbe inoltre un ipotesi progettuale che prevederebbe un ampliamento complessivo della capacità di conferimento dell’intera discarica.

Considerato che:

Il Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani in Sicilia, approvato con DP del 12 Marzo 2021 n° 8 e Pubblicato sulla GURS S.O. del 9 Aprile 2021 prevede al Paragrafo 6.6 del Rapporto Ambientale, che nelle aree SIC, ZSC e ZPS delle Rete Natura 2000 non sia possibile Realizzare Nuovi Impianti o Modifiche Sostanziali a quelli esistenti, compresa la fascia di 500 metri da Aree SIC/ZPS/ZSC (pagine 273/274/275 del Rapporto Ambientale).

Ritenuto che:

sulla base delle succitate disposizioni non appare compatibile l’esperibilità della progettazione sopracitata e dunque specificamente non risulta possibile realizzare nel sito il nuovo impianto di compostaggio e l’ampliamento della discarica;

unitamente alle ragioni in precedenza esposte occorre altresì valutare valutare se risulta possibile aumentare il quantitativo dei rifiuti in entrata giornaliero, in quanto un maggior numero di mezzi in transito, potrebbe per l’Ecosistema Protetto dalla ZPS ITA 050012 essere di impatto “Sostanziale” e quindi rientrare anche questo tra le Modifiche Sostanziali.

Rilevato che:

l’intero comprensorio gelese com’è noto si caratterizza per la presenza del sito industriale e anche in ragione di ciò le aree di pregio naturalistico esistenti e nelle quali ricadono dei vincoli non possono in alcun modo essere oggetto di modificazioni che rischierebbero di aggravare ulteriormente la condizione assai fragile di equilibrio ambientale.

Per sapere:

se non ritenga necessario e urgente riferire circa lo stato di saturazione della discarica di Contrada Timpazzo a Gela e quali siano le iniziative che si intende intraprendere avuto riguardo che le idonee soluzioni da adottare, anche con carttere di urgenza, siano comunque nel pieno rispetto delle normative di salvaguardia delle aree di pregio naturalistico.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Grosso topo assale bimbo di sei anni in centro storico: le considerazioni della madre ex consigliera

Pubblicato

il

Madre esce dal portone di casa in pieno centro storico con il suo bambino di sei anni e il piccolo viene assalito un topo di “dimensioni mostruose” 

Lo racconta in un post l’ex consigliere comunale Sara Cavallo. L’episodio è avvenuto stamattina. 

“Che amarezza vedere una città degradata priva di pulizia, di derattizzazione dove i cani randagi  fanno da padroni” – commenta Sara Cavallo oggi componente di Fratelli d’Italia.Che aggiunge: ” la paura del bambino è stata tale che dalle grida non ha più voce. Mi auguro che non avrà conseguenze di salute”

“Invito il sindaco e tutta l’amministrazione a dimettersi perché incapaci di garantire l’ordinario soprattutto in termini di pulizia, in una città dove tutto ciò dovrebbe essere normale.Prima o poi si vota!”.

Questo racconto della disavventura del figlioletto dell’ex consigliera affidato ad un post su Facebook ha suscitato reazioni di protesta per le precarie condizioni igieniche in cui versa la città 

Continua a leggere

Attualità

A Ferragosto 585 visitatori alla mostra su Ulisse.Il bilancio nel resto dell’isola

Pubblicato

il

Sono stati 37.237 i visitatori che hanno affollato i parchi archeologici e i musei regionali domenica 14 e lunedì 15 agosto facendo registrare quasi tremila presenze in più, con un incremento del 7,82 per cento rispetto alle stesse giornate del 2021. Lo rende noto l’assessorato regionale ai Beni culturali e all’identità siciliana, in base alla rilevazione degli ingressi in 61 luoghi della cultura siciliani. Nel dettaglio, sono stati 18.405 gli ingressi di domenica 14 e 18.832 quelli nella giornata di Ferragosto. Il grande afflusso di visitatori è stato reso possibile, sottolinea l’assessorato, grazie all’impegno dei lavoratori dei beni culturali che hanno garantito, come sempre, le aperture dei siti.

Il luogo più visitato rimane il parco archeologico della Valle dei Templi, ad Agrigento (9.953 nelle due giornate, con un incremento di 365 visitatori rispetto al 2021). Debutto quest’anno per la Biblioteca-Museo “Luigi Pirandello” che nei due giorni festivi ha fatto registrare 387 visite. Al secondo posto tra i luoghi della cultura più visitati il teatro antico di Taormina: 6.715 ingressi in due giorni, ben 863 in più rispetto a un anno fa. All’interno del parco archeologico di Naxos e Taormina, bene anche l’Isola Bella con 1.190 ingressi, oltre il doppio rispetto al 2021 (+617).

Incremento di 206 visitatori anche in un’altra area archeologica di grande richiamo, quella della Neapolis e dell’Orecchio di Dionisio a Siracusa: in totale nelle due giornate di metà agosto sono stati in 4.262 ad avere visitato le meraviglie della Magna Grecia. Bene anche due altri siti archeologici: a Selinunte 2.855 ingressi (+506 rispetto al 2021), a Segesta 2.258 (+376). A Catania segno positivo per le visite al sito del Teatro romano e dell’Odeon, 1.040 in totale nei due giorni (+158 rispetto all’anno scorso). Ingressi più che raddoppiati, inoltre, nell’area archeologica di Tindari: 520 contro i 233 dell’anno scorso. A Gela, infine, nelle due giornate festive sono stati 585 gli ingressi alla mostra “Ulisse in Sicilia. I luoghi del Mito”, inaugurata il mese scorso nel parco archeologico di Bosco Littorio. A Palermo c’è da registrare il balzo in avanti dei visitatori al museo d’Arte moderna e contemporanea Palazzo Riso (295 ingressi, + 208 rispetto al 2021).

Continua a leggere

Attualità

Civico 111, riparte la stagione artistica con la mostra fotografica “Prima rama”

Pubblicato

il

Nuovo appuntamento culturale al Civico 111. È prevista venerdì prossimo, 19 agosto, la personale di fotografia “Prima Rama” di Miriam Alè, fotografa gelese di respiro nazionale. Vernissage in programma alle 19.30 in via Senatore Damaggio 111, nel centro storico.

«Con grandissimo orgoglio presentiamo la tappa siciliana di “Prima Rama” – annunciano i responsabili del Civico 111 -, una mostra di altissimo livello con cui apriamo la nostra stagione artistica». 

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852