Seguici su:

Flash news

Il gruppo Un’altra Gela: “da Casciana e Grisanti solo un mucchio di bugie sul porto”

Pubblicato

il

“E dunque, dopo due anni di incessante lavoro da parte del Sindaco Lucio Greco e del suo esperto, l’ing. Pietro Inferrera, abbiamo scoperto che l’inserimento dei due porti di Gela all’interno dell’Autorità Portuale della Sicilia Occidentale in realtà è merito dei due ex consiglieri di Liberamente, oggi Fratelli d’Italia: Pierpaolo Grisanti e Vincenzo Casciana”.

Esordisce così il gruppo Un’Altra Gela con un comunicato diffuso in serata dal capogruppo Giuseppe Morselli.

Il movimento del sindaco Greco ha redatto un comunicato ironico verso gli ex alleati cioè i consiglieri Casciana e Grisanti.

“Sarebbero stati loro – si legge – a raggiungere l’ambizioso ed importante risultato, destinato a cambiare in meglio le sorti della portualità gelese, insieme all’assessore regionale di riferimento, Toto Cordaro. Roba da dedicar loro una statua in pubblica piazza ad imperitura memoria di tanto valore” .

“Ironia a parte- continua il gruppo politico – se queste sono le uniche carte che l’opposizione può permettersi di giocare, allora siamo veramente alla frutta. Il silenzio è d’oro, ma in certi casi vale ancora di più, e Grisanti e Casciana dovrebbero capire che un paio di viaggi a Palermo nella fase finale dell’iter per andare a trovare un assessore amico e sollecitare la firma di un provvedimento che, a quel punto, era un semplice obbligo di legge non equivale a fare gli interessi della città né può bastare a prendersi dei meriti.Come gruppo Un’Altra Gela siamo veramente indignati di fronte a tanta sfacciataggine”.

Un’Altra Gela ricostruisce così i fatti: quando Greco e Inferrera hanno cominciato ad occuparsi della questione relativa alla portualità, Casciana e Grisanti non sapevano nulla della possibilità di aderire all’Autorità.

“E’ un iter – viene specificato – che hanno avviato gli amministratori in maniera autonoma, con il Ministero prima e la Regione poi, contattando personalmente il presidente della Regione Nello Musumeci, il Presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti e l’On. Giusy Bartolozzi”.

“Dopo di ciò, è stata programmata una riunione alla Presidenza della Regione alla presenza, tra gli altri, dell’assessore Marco Falcone, e da lì è ufficialmente partito l’iter che poi è sfociato nel grande risultato che tutti conosciamo, grazie al fattivo interessamento del Governo Draghi. Il resto sono solo un mucchio di bugie che, francamente, hanno anche stancato”.

 

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

In libreria “La figlia del maresciallo”

Pubblicato

il

E’ un romanzo da leggere tutto ad un fiato, il lavoro scritto dalla comisana Margherita Lanza, dal titolo “La figlia del maresciallo”.

Un’opera coinvolgente che racconta la quotidianità della fotografa forense Adele De Lancia figlia, appunto, di un sottoufficiale dell’Arma, coinvolta nelle indagini scaturite da alcuni brutali omicidi di alcune giovani vittime.

Margherita Lanza, 27 anni, diplomata al Liceo Classico di Siracusa “Gargallo”, è appassionata di scrittura e fotografa e negli ultimi anni ha ricoperto il ruolo di direttore tecnico, regista e fotografa per l’emittente “Prima Tv”.

Continua a leggere

Attualità

Tornano anche quest’anno in città le mele di Aism

Pubblicato

il

L’Associazione italiana sclerosi multipla ha proposto anche quest’anno l’iniziativa dedicata alle Mele di Aism, per supportare le attività di ricerca, cura e sostegno verso i pazienti e i loro familiari. Anche in città una iniziativa è stata proposta presso la sezione gelese dell’Aism, nei locali della Casa del volontariato.

Hanno aderito all’appuntamento solidale anche i club della famiglia lionistica presenti nel territorio: il Lions club Gela host, il Lions club del Golfo di Gela, il Lions club Gela ambiente territorio cultura e il Leo club del Golfo di Gela. Insieme ai volontari dell’Aism locale è stato lanciato l’hashtag #insiemepiùforti, che caratterizza quest’anno l’evento. 

Continua a leggere

Flash news

FdI: “in maggioranza si litiga e si perdono i fondi della manutenzione stradale”

Pubblicato

il

Dai consiglieri di Fratelli d’Itala Vincenzo Casciana e Pierpaolo Grisanti arriva una critica sulla cattiva gestione della manutenzione stradale.

I due consiglieri fanno questa premessa: “Una buona ed efficiente Amministrazione – dicono- guarda alla rete viaria, considerandola come “la cartina di tornasole” per verificare anche il grado di crescita raggiunto dalla propria comunità.
Al giorno d’oggi, la qualità di vita all’interno di una città, si misura dal comfort e dai servizi a disposizione delle persone che vanno a passeggio per le vie del paese. Una cattiva gestione della manutenzione stradale, ha ripercussioni dirette sulla mobilità e sulla sicurezza dei cittadini, poiché strade prive della manutenzione ordinaria sono strade più lente e pericolose e spesso costituiscono un elemento determinante nella dinamica degli incidenti stradali”.


Poi citano il Decreto del Ministero dell’Interno del 14/01/2022 che ha assegnato ai Comuni 300 milioni per la manutenzione straordinaria delle strade comunali, dei marciapiedi e dell’arredo urbano, per gli anni 2022 e 2023. I commi 407-414 dell’art. 1 relativo avviso era stato pubblicato  sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana. Il provvedimento è previsto dall’articolo 1, comma 407, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024”. Il contributo veniva assegnato ai comuni in base alla popolazione , nel caso specifico Gela rientrava tra quelli compresi tra i 50.000 e i 100.000 abitanti per l’ assegnazione di un finanziamento pari a 160.000 euro.Il contributo per l’anno 2023 è stato assegnato ai comuni in misura pari alla metà del contributo per l’anno 2022.
Lo stesso decreto prevedeva che  gli enti beneficiari erano  tenuti ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 30 luglio 2022 per i contributi relativi all’anno 2022 ed entro il 30 luglio 2023 per quelli relativi all’anno 2023, a pena di decadenza, e che, nei casi di mancato rispetto degli stessi termini o di parziale utilizzo, verificati attraverso il sistema di monitoraggio delle opere pubbliche (MOP )”.


“Mentre in maggioranza litigano – continuano i due consiglieri- la citta’ continua a perdere finanziamenti .Alla data odierna non ci risulta nessun cantiere avviato relativo a quel decreto,se l’ inizio dei lavori fosse posticipato , al termine di scadenza previsto,  rischierebbe seriamente il definanziamento , creando l’ennesimo danno all’erario. Fondi persi grazie alla poca competenza tecnica  di chi amministra il Settore Lavori pubblici , il comune avrebbe beneficiato  di un contributo di 160.000 euro per l’anno 2022 e di 80.000 euro per l’ anno 2023 , quel finanziamento avrebbe permesso uno o più interventi di manutenzione straordinaria delle strade comunali, dei marciapiedi e dell’arredo urbano . Ma a chi amministra la Citta’ non sembra interessare, continua a tradire il legittimo desiderio e diritto dei cittadini di avere strade funzionali e decoro nelle zone urbane”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852