Seguici su:

Politica

Musumeci verso la ricandidatura nel 2022 ma serviranno altri incontri di maggioranza

Pubblicato

il

Il primo timido sì è arrivato ieri sera ma non può essere considerato definitivo. Dopo le anticipazioni di BlogSicilia che alla fine del vertice di maggioranza di ieri aveva raccontato del via libera alla ricandidatura di Nello Musumeci quale presidente della Regione, c’è chi, dietro le quinte, frena. Il vertice di maggioranza tenuto a Palazzo d’Orleans ha affrontato il tema ma il via libera non è ancora definitivo. Si è trattato, piuttosto, di un timido segnale in questo senso condiviso da due delle forze presenti, Forza Italia e Diventerà Bellissima, con una apertura dell’Udc ma con Fratelli d’Italia ha ha preso tempo. L’argomento è stato sospeso per volontà dello stesso Presidente Musumeci anche alla luce dell’assenza al tavolo di Lega e MpA.

La corsa per succedere a se stesso Musumeci dovrebbe comunque lanciarla intorno a metà giugno, forse poco prima. La data scelta è quella del week-end fra l’11 e il 13 giugno quando pensa di dar vita ad una manifestazione pubblica per trarre il bilancio di quasi 4 anni di governo e ufficializzare la ricandidatura.

Al tavolo della maggioranza, come accennato, non c’erano tutti. Presenti da Forza Italia a Fratelli d’Italia, dall’Udc a Cantiere Popolare, naturalmente senza dimenticare Diventerà Bellissima ma grandi assenti Lega ed Mpa. Assenze che secondo Musumeci non sono da valutare come scelte politiche anche se gli alleati non hanno gradito questa assenza. Per il governatore, però, non esiste affatto una scollatura.

Non si è trattato, comunque, di un vertice lungo. Il primo a lasciare il tavolo del confronto è stato il coordinatore di Forza Italia e presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè che è stato anche uno dei primi a dire sì all’ipotesi ricandidatura del Presidente della Regione. Il sì di Diventerà Bellissima era scontato, tiepida è apparsa la reazione degli altri.

Le scelte maturate o anche solo accennate saranno al centro di un comunicato atteso nella giornata di oggi che dovrebbe portare la firma di tutti i presenti ovvero, oltre Musumeci naturalmente, ovvero per Fratelli d’Italia il sindaco di Catania Salvo Pogliese e Giampiero Cannella;  Gianfranco Miccichè per Forza Italia, per Cantiere Popolare il neo coordinatore Massimo Dell’Utri, per l’Udc Decio Terrana, per Diventerà Bellissima Gino Ioppolo e Giuseppe Catania.

Ma nel vertice non si è parlato solo di politica ma anche di rilancio dell’azione di governo. Al centro dei prossimi step c’è la riforma del rifiuti e la virata  nella politica di gestione con il ricorso ai termoutilizzatori ovvero termovalorizzatori di nuova generazione. Ma si è parlato anche di riforma del commercio da calendarizzare presto e bene .

A questa maggioranza è mancato il dialogo interno, è stato sottolineato da tutti. E dopo la ritrovata pace fra Musumeci e Miccichè, una pace tornata dopo un incontro nella stanza del Presidente della Commissione Bilancio Riccardo Savona, questo non deve più succedere. Bisogna confrontarsi sull’attuazione del programma e sui passaggi e modifiche in corsa.

Per questo i vertici verranno istituzionalizzati e la coalizione si vedrà orientativamente ogni due settimane. Non un appuntamento fisso ma un impegno ad una consultazione frequente un paio di volte al mese.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

L’ex consigliere Amato in campo per essere candidato alla Camera

Pubblicato

il

Angelo Amato si presenta alle Parlamentarie del M5S per un posto alla Camera.Consigliere comunale nel 2015 , Amato, nonostante la giovane età, si è distinto nelle battaglie su ambiente e rifiuti, acqua e politiche giovanili.
“La chiamata di Conte per leautocandidature alla camera
ha acceso in me la voglia di mettermi di nuovo in gioco per il m5s; la mia passione per la politica è viva e se mi darete la possibilità attraverso il voto sulla piattaforma rappresenterò il mio collegio e i siciliani con dignità e onore come ho già fatto in questi anni” – ha detto Amato che dovrà battagliare con l’uscente Dedalo Pignatone

Continua a leggere

Politica

Mancuso: “Con Schifani il centrodestra si è compattato”

Pubblicato

il

Palermo -“Ci aspettano cinque anni importanti, in cui dovremo fare i conti con una ripresa che non può e non deve più essere posticipata. Ci saranno da gestire le risorse del PNRR, fino al termine del ciclo dei finanziamenti.  Per farlo serve una guida autorevole e che unisca tutte le anime della coalizione di centrodestra in Sicilia. Ecco perché il senatore Renato Schifani è il candidato ideale per ricoprire tale ruolo. La sua esperienza all’interno delle Istituzioni e la sua credibilità per la sua lunghissima militanza in Forza Italia, ne fanno un baluardo di democrazia e affidabilità. Insieme al presidente Miccichè, il quale con scelte oculate sta guidando il partito in Sicilia con saggezza e risultati concreti. Adesso però rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo per dare finalmente ai siciliani un governo solido, capace di rispondere ai tanti quesiti lasciati in sospeso. Facciamolo senza dare credito a ingrati e opportunisti della politica, come Gaetano Armao, che da Assessore regionale in carica e ancora in quota Forza Italia perché non si è dimesso, si candida con Calenda e Renzi per evitare di sparire dalle scene”. Lo afferma il vicecapogruppo di Forza Italia all’Ars, on. Michele Mancuso.

Continua a leggere

Flash news

Partono le autocandidature nei Cinquestelle

Pubblicato

il

Partono anche in Sicilia le autocandidature del MoVimento 5 Stelle per l’Assemblea Regionale Siciliana in vista delle elezioni regionali del 25 settembre 2022.
Dalle ore 14.00 di sabato 13 agosto
alle ore 20.00 di martedì 16 agosto 2022 ciascun iscritto potrà avanzare la propria candidatura con le modalità indicate nel regolamento, approvato dal Comitato di Garanzia.Per la provincia di Caltanissetta la lista alle Regionali, candidature o no, é scontata la presenza del coordinatore siciliano Nuccio Di Paola, al Senato hanno dato la disponibilità Pietro Lorefice e ketty Damante

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852