Seguici su:

Flash news

Parla troppo e contesta il sindaco la maggioranza isola Trainito

Pubblicato

il

Parla troppo, va in contrasto troppo con il sindaco e la maggioranza non lo vuole tra i piedi.Erano tutti presenti , domenica , al vertice di maggioranza convocato dal sindaco.Tutti  tranne il consigliere Saro Trainito che non è stato invitato.Eletto nella lista del sindaco, l’ha lasciata nei primi giorni dell’anno  o dichiarandosi indipendente.  Non è passato all’opposizione. È rimasto in una maggioranza che però non lo vuole e alla prima riunione lo ha isolato. Il perché è scritto a chiare lettere in una nota dei capigruppo della maggioranza. “Il consigliere comunale Saro Trainito si lamenta di non essere stato invitato ad una riunione di maggioranza, -scrivono i capigruppo- dimenticando, però, che a tirarsi fuori dalla coalizione ci ha pensato lui stesso con tutte quelle dichiarazioni pubbliche e le prese di posizione nettamente contrarie all’azione e alle decisioni dell’amministrazione Greco. Nessuno vuole tappargli la bocca o impedirgli di manifestare apertamente le sue posizioni, ma il rispetto delle regole democratiche impone di essere coerenti e consequenziali con le proprie convinzioni. La maggioranza e l’opposizione si distinguono proprio per questo, per la diversità di vedute, e Trainito deve avere l’onestà di ammettere che i suoi atteggiamenti sono incompatibili con l’appartenenza alla maggioranza”.Parole che non hanno bisogno di spiegazioni.Fuori dalla coalizione per incompatibilità con il sindaco Greco a cui Trainito ha rimproverato di non coinvolgere i suoi consiglieri, di non ascoltarli, di aver fatto sedere al governo della città chi alle elezioni era suo nemico a scapito di chi lo ha portato alla vittoria con i voti dei suoi elettori.La maggioranza mette alla porta Trainito.E se domani dovesse aderire a Forza Italia che farà la coalizione di Greco? Oggi è un nemico e domani tornerà ad essere un amico? O  gli somministreranno prima  il vaccino anti esternazioni?

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Sugli atti finanziari clima teso in aula

Pubblicato

il

Due interrogazioni sulla situazione finanziaria, una del gruppo Una buona idea creano tensione in aula.

L’assessore al bilancio Mariangela Faraci ha illustrato una delibera di Giunta approvata nel pomeriggio che prevede di completare il riaccertamento degli attivi e passivi, il rendiconto 2021 da  trasmettere ai revisori  entro il 17 marzo e intanto si dovrà procedere a preparare quello 2022.

Salvatore Scerra ha replicato: ” Mi sento preso in giro- ha detto – da novembre ad oggi  cosa è stato fatto?.Avete già violato un deliberato del consiglio che prevede la presentazione del rendiconto entro il 28 febbraio e non capisco cosa andrete a riferire alla Corte dei Conti. Avete grosse responsabilità perché continuate a non portare niente che possa affrontare la situazione finanziaria”.

Rispondendo d un’interrogazione di Una buona idea l’assessore ha confermato che il riaccertamento non è ancora concluso e sull’assunzione di un dirigente al bilancio ha risposto che era stata avviata una selezione per individuare un nuovo dirigente ma , senza bilancio, non ci sono i soldi  per pagare la commissione”, ha precisato inoltre l’assessore.

L’eventuale procedura a scavalco, inoltre, prevede domande entro l’11 febbraio ma al momento non ne risultano presentate”, . Tutti fattori che per l’amministrazione comunale stanno allungando i tempi delle verifiche in tutti i settori.

Il capogruppo Davide  Sincero ha incalzato sottolineando che spiegato uno schema di bilancio era stato approvato in giunta e non è stato riproposto con i dovuti accertamenti.Così si è attirato le ire del sindaco e dell’assessore Morselli che sono usciti contrariato  presente in aula. Il sindaco Lucio Greco e l’assessore Romina Morselli sono usciti contrariati perchè Una Buona Idea era in Giunta con il vicesindacoDi Stefano che ha condiviso tutti i passaggi e le decisioni prese

Continua a leggere

Flash news

Servizio rifiuti in house: per Greco il ritardo non è colpa del Comune

Pubblicato

il

In consiglio comunale il sindaco rispondendo ad un’interrogazione dell’intergruppo di Unità progressista sul servizio sui rifiuti ha detto che “i ritardi nell’avviso del servizio in house non sono addebitabili al Comune. Tutto è deciso e programmato dalla Srr e la Impianti non ha completato l’acquisto del parco mezzi e l’assunzione del personale”.

“Per completezza devo dire – ha sottolineato il sindaco – noi abbiamo un ritardo nella sottoscrizione del contratto per le vicende del bilancio ma appena la Srr ci manderà il Pef del servizio rifiuti e il consiglio comunale lo approverà, l’indomani andremo a firmare il contratto”. Greco insomma ha ribadito il contenuto della sua ordinanza di proroga alla Tekra contro cui Srr ed Impianti stanno ricorrendo al Tar definendone il contenuto “surreale”. La consigliera progressista Virginia Farruggia ha replicato che il sindaco dice cose non vere, che il Pef nulla c’entra con il ritardo del servizio e l’ennesima proroga alla Tekra perché prima bisogna sottoscrivere il contratto. “La Impianti perché dovrebbe agire se non ha un contratto ? – ha sottolineato la consigliera Farruggia – ha già fatto tanto acquistando il 50% dei mezzi”. La consigliera ha anche contestato il fatto che non ci sono controlli sulla sicurezza del cantiere e sullo stato dei mezzi.Il sindaco ha risposto che non è compito del Comune.

Continua a leggere

Attualità

Legname presidente dell’Antiracket e Di Trio è il suo vice

Pubblicato

il

Salvino Legname, imprenditore in pensione ed impegnato nel sociale, è il neo presidente dell’associazione antiracket Gaetano Giordano.

Il suo vice è Salvatore Di Trio che aveva questa carica anche sotto la presidenza di Renzo Caponetti.

Il consigliere più votato, che era in pole position per la carica più alta, Nunzio Ganci ha rinunciato all’incarico .

Ora il nuovo direttivo con il presidente e le cariche elette vuole incontrare il Prefetto di Caltanissetta per capire perché l’associazione è stata cancellata dall’albo prefettizio.

Una decisione che è stata considerata una mortificazione da parte dei soci dell’antiracket convinti di avere ricevuto un trattamento ingiusto.

Il lavoro di Salvino Legname e del suo direttivo appare ad oggi duro ed in salita.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852