Seguici su:

Attualità

‘Uno, nessuno centomila’, vincono Atene, Roma, Reggio Calabria e Versailles

Pubblicato

il

Una rete di scuole di Atene con il corto teatrale “La Super Patente” ha vinto la V edizione del Concorso Uno, Nessuno e Centomila, che si è conclusa ieri ad Agrigento, al Teatro Luigi Pirandello. Per le scuole secondarie di primo grado ha conquistato il podio l’Istituto comprensivo Galluppi-Collodi-Bevacqua di Reggio Calabria con “Mondo di carta”, ex aequo con il Collège Rameau di Versailles con il suo “Tuta non deve morire!”.  Sono state oltre milletrecento le presenze degli studenti provenienti dall’Italia e dall’estero per la settimana che ha preso il via il 3 aprile e si è appena conclusa. Al primo posto, per la categoria “video”, il Liceo classico “Luciano Manara” di Roma con “Manuale di sopravvivenza in DAD”, versione ironica e aggiornata dell’ “Eresia catara”.  

Come previsto dal bando, gli studenti hanno trasformato le novelle pirandelliane in un testo teatrale e sono riusciti nell’intento di attualizzare i contenuti: tra i temi trattati sono stati la pandemia, le guerre, la violenza e il bullismo.

Sul podio delle scuole secondarie di primo grado anche l’Istituto Scolastico Italiano Giovan Battista Hodierna di Tunisi con due lavori e una menzione speciale della Giuria per aver impegnato gli alunni in dieci testi tratti da novelle pirandelliane.

Il Liceo Statale Bonaventura Secusio di Caltagirone ha conquistato il secondo posto con un video dal titolo “L’altro figlio”, mentre si è piazzato al terzo posto il Colegiul National Baritiu di Cluj-Napoca, Romania, con “Le lacrime”. Al secondo posto tra i testi teatrali delle scuole superiori “Ayşe e il tour del mistero” di Ayşe Oral del Liceo Scientifico IMI di Istanbul, Turchia. Terzo Premio al Liceo Internazionale di Saint Germain en Laye, Francia, con “Nelle trincee risplende la luna”.

Premi anche per due studenti di Barcellona, Spagna, e diverse menzioni speciali: una menzione della Giuria per “Il ricordo di un’antica tradizione” del Liceo Scientifico e delle Scienze Umane “R. Politi” di Agrigento; menzione speciale anche per “Farnia, eterna stazione”  dell’I.I.S.S. Luigi Pirandello di Bivona e per “Lucilla” dell’I.T.S Tullio Buzzi di Prato. Premio Speciale Scuola e Legalità a “La certificazione” per la V sez. B del Liceo Linares di Licata e un premio Fondazione Teatro Pirandello a “L’espulsione” di Luigi Frangiamone dell’I.I.S.S. “Ugo Foscolo” di Canicattì;  premio Inclusione della Cooperativa Al Kharub alla III E del Liceo Scientifico, Biomedico, Matematico, Scienze Applicate e Linguistico “Leonardo” di Agrigento. Premiati anche “per la straordinaria accoglienza dei partecipanti al concorso” gli alunni all’IPSCEOA Gallo di Agrigento.

La giuria è stata presieduta da Alfredo Sgroi, docente di Storia e Filosofia, saggista prolifico, autore di diversi volumi su Pirandello; Margherita Marziali, funzionaria Ufficio V Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Maria Lombardo, giornalista di Cultura e Spettacolo, critico Cinematografico, esperta in cultura francese e Cavaliere delle Arti e delle Lettere della Repubblica francese; Cinzia Terlizzi, giornalista per la RAI  del Tg2 nella redazione Cultura e Spettacolo, curatrice della rubrica “CineMatinée”;  infine, Irene Facheris, psicologa e formatrice, esperta in studi di genere e presidente dell’Associazione Bossy, che si occupa di inclusività. 

Presenti alla cerimonia, oltre al sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè, e all’assessore comunale alla Cultura, Costantino Ciulla, anche Serena Bonito, dirigente Ufficio V Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del MAECI, Marianna Gueli Alletti per l’Ufficio Scolastico Provinciale Ambito Territoriale di Agrigento; Diego Valenti, Comandante della Stazione Carabinieri di Agrigento, Enzo Sprio, commissario capo della Questura di Agrigento, Fabrizio La Gaipa, amministratore della DMO Distretto Turistico Valle dei Templi, il vice presidente della Fondazione Teatro Luigi Pirandello, Andrea Cirino, il direttore generale della Fondazione, Salvo Prestia; Elisa Cusumano per l’Accademia di Belle Arti Michelangelo, Daniele Gucciardo, presidente del Circolo Rabat di Legambiente, Nino Alfò socio della Cooperativa Al Kharub. La Strada degli Scrittori ha concesso ai finalisti una borsa di studio, sia in presenza che in streaming, per il Master di Scrittura che si svolgerà nel luglio prossimo ad Agrigento. Hanno presentato la cerimonia il coreografo Gabriel Glorioso e l’attrice Chiara Lofaso. Sul palco anche il regista e socio fondatore dell’Associazione culturale Uno Nessuno e Centomila, Marco Savatteri. I laboratori di teatro delle giornate precedenti sono stati curati anche dal regista e autore, Giovanni Volpe. Il Concorso è sostenuto dall’Assessorato Regionale del Turismo, dal Parco Archeologico della Valle dei Templi, dal Comune di Agrigento, dall’USR Ambito territoriale di Agrigento, dal Ministero degli Affari Esteri, dalla Fondazione Teatro Luigi Pirandello, dal Distretto Turistico Valle dei Templi, dall’Associazione Strada degli Scrittori, dall’Accademia di Belle Arti Michelangelo e da alcuni sponsor tra cui Coopculture, il Castello Chiaramontano del Secolo XIV di Siculiana, l’associazione ABBA e, in particolare, il B&b Sant’Alfonso.  L’organizzazione è stata curata da Sabrina Spampinato con Pro Studios, per la parte tecnica; immagini a cura di Andrea Vanadia e Daniele Rosapinta.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Termovalorizzatore: c’è ora pure il gruppo del “si”

Pubblicato

il

Due gruppi contrapposti sui social: da una parte i contrari al termovalorizzatore anche con tecnologia pulita in un’area compromessa come quella gelese dall’altra c’è chi dice si alla tecnologia d’avanguardia e si scaglia contro la politica del ” no sempre su tutto”. Entrambi i gruppi sono nati su pagine social ma il fronte del no è più avanti ed ha già organizzato sabato un primo incontro con varie associazioni ambientaliste che pensano di ricorrere al Tar. Il fronte del si è appena nato ed è ancora un gruppo sui social

Continua a leggere

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. La città del tutto chiuso. Segui su www.radiogelaexpress.it

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

La sezione Primavera dell’I.C. ‘Don Bosco’ porta il nome del pedagogista Cerini

Pubblicato

il

Un arcobaleno di colori; l’esaltazione della natura sotto il sole quasi estivo di maggio. Una festa di bambini per accogliere le massime autorità dell’istituzione scuola a Gela . La sezione Primavera del plesso Falcone – Borsellino dell’Istituto comprensivo ‘Don Bosco’ di Gela, destinato ai bimbi più piccoli, primi fruitori della scuola dell’infanzia è stata dedicata a Giancarlo Cerini, maestro e pedagogista alla presenza della moglie Dott.ssa Loretta Lega e della  sorella Dott.ssa Laura Cerini e dei rappresentanti politici locali, regionali e nazionali.

Sentiamo cosa ci ha detto la dirigente Rosalba Marchisciana

La mattina di festa è iniziata alle 10.30 quando i piccono hanno dato il benvenuto ai rappresentanti istituzionali, hanno mostrato la realizzazione di lavori nell’area aperta adiacente la scuola di contrada Albani Roccella con la loro allegria hanno lasciato il segno nel cuore del sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Sen. Barbara Floridia.

A seguire un dibattito sul tema: “Iniziamo da due – verso il sistema integrato zero-sei”.

Dopo i saluti istituzionali della Dirigente scolastica Rosalba Marchisciana, del sindaco Lucio Greco,  del direttore regionale dell’Usr Sicilia, dott. Suraniti e del dirigente di ambito territoriale Filippo Ciancio, gli interventi sono stati affidati all’assessore all’Istruzione del Comune di Gela Nadia Gnoffo, al Dirigente territoriale Usr Sicilia Patrizia Fasulo, referente regionale per l’infanzia, alla componente della V commissione regionale on. Ketty Damante, alla presidente dell’Associazione bambini disabili e moglie Loretta Lega; sentiamola:

Il più grande difensore, mite e colto, della scuola”. I presidi lo ricordano così Giancarlo Cerini. Era un pilastro nel mondo dell’istruzione ora scosso nelle sue fondamenta per una scomparsa che lascia il solco: forlivese, maestro e poi direttore didattico, capo in Emilia Romagna degli ispettori scolastici, autore di numerosissimi testi sul mondo dell’educazione e della didattica, direttore della rivista Insegnare. Uomo di macchina e di cultura, di istituzione e di scuola intesa come comunità.

Riformista convinto, presiedeva la commissione nazionale per lo 0-6, per la quale stava preparando la diffusione delle linee guida pedagogiche. Quello dei nidi e delle materne è sempre stato il suo cavallo di battaglia perché convinto che bambine e bambini avessero diritto alla migliore scuola fin dai primissimi anni. “Mille nidi in 5 anni. Yes we can” il suo ultimo sogno.

La sua penna ha scritto parti importanti dell’attuale scuola: dal contributo alla stesura delle Indicazioni nazionali per la scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione sino ai grandi piani per la formazione dei docenti e per l’apprendimento della lingua inglese. Ha militato nel Cidi, il Centro iniziativa democratica insegnanti

La Dirigente territoriale Usr Sicilia Patrizia Fasulo ha spiegato quali sono le novità  che si aprono  per la scuola con il Pnrr, Piano nazionale per gli investimenti complementari,  in grado di supplire alla carenza di servizi dell’istituzione scolastica.

Il dato sulla presenza di asili-nido in Italia non va oltre il 24% . In Sicilia precipita  all’8-10%  pur con la presenza delle strutture private. A Gela non esistono asili –nido pubblici nonostante da decenni vengono richiesti ad intermittenza.  “Le carenze del nostro territorio sono palesi – dice la deputata del M5S Ketty Damante –  conosciamo le esigenze delle nostre donne: abbiamo approfondito il tema in V commissione. Su questo siamo chiamati a lavorare”. “Voglio essere “E’” ed ‘e’ come congiunzione  – ha detto la senatrice Floridia – per mettere in comunicazione  i territori di periferia  e le istituzioni centrali per scongiurare il pericolo che si perdano finanziamenti che rappresentano la salvezza per la Sicilia. Ed io voglio essere la congiunzione fra le periferie ed il Governo deputato a creare servizi per i più piccoli che rappresentano il nostro futuro”.

Ecco la diretta integrale dell’intervento del Sottosegretario Floridia:

https://www.facebook.com/ilgazzettinodigela.it/videos/669818700754946/

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie