Seguici su:

Attualità

Rosario Livatino è beato. L’esempio della Sicilia che ha sempre lottato

Pubblicato

il

Il cardinale Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, l’ha detto senza mezzi termini: «In un mondo in cui ci sono tante parole e pochi fatti, il tema della coerenza è molto importante». La dichiarazione, inoltrata dall’agenzia Ansa, ben fotografa la storia di Rosario Livatino, che da questa mattina è beato: la solenne cerimonia di beatificazione è stata celebrata presso la cattedrale di Agrigento, la sua festa sarà il 29 ottobre. Aveva 38 anni il giudice quando, nel settembre ’90, venne ucciso ad Agrigento dai sicari della Stidda. Divenne subito un simbolo dell’antimafia, quella vera, fatta non di “eroi” mediatici o social ma di professionisti, uomini che fino in fondo hanno svolto con passione e senso del servizio il loro dovere.

Nel 2011 l’arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro avviò il processo diocesano di beatificazione. Questa mattina la chiusura del cerchio: Rosario Livatino diventa il primo magistrato beato nella storia della Chiesa. Ma la cerimonia è arrivata in un altro giorno speciale per la storia della Sicilia e dei suoi “eroi”.

Il 9 maggio ’78, infatti, mentre a Roma veniva ritrovato il cadavere di Aldo Moro ucciso dalle Brigate Rosse, a Cinisi si ritrovava il corpo senza vita di Peppino Impastato, giornalista e fondatore di Radio Aut, la radio antimafia che denunciava il fenomeno mafioso con parodia e limpidezza di pensiero, onestà e senso alto di giustizia. Quelle di Livatino e Impastato sono due grandi storie come tante ce ne sono nella nostra terra, nella Sicilia che ha sempre lottato contro le storture, le violenze, la barbarie di un cancro chiamato mafia.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Presentato il Padiglione Off di “Abbiamo tutto Manca il resto” al Civico 111

Pubblicato

il

Grazie alla partnership tra “Ué – Eventi Urbani” e Farm Cultural Park nasce a Gela, nei locali del Civico 111, il Padiglione Off della mostra “Abbiamo tutto Manca il resto”: quadriennale trandisciplinare sulla Sicilia.

Presentato questa mattina uno degli spazi dedicati alla mostra, che verrà arricchito dalle creazioni video-fotografiche del gruppo scout Agesci Gela 4, della community social Street of Gela, del collettivo CompÀrt e del Leo club del golfo di Gela.

I nuovi ambienti del Civico 111 che ospiteranno la mostra, ormai quasi pronti, verranno svelati contestualmente all’inaugurazione di “Abbiamo tutto Manca il resto” che si terrà sabato 22 giugno alle 18.30. 

Continua a leggere

Attualità

Siccità. C’è anche Gela nel piano di interventi

Pubblicato

il

Palermo – C’è il placet di Roma. «Via libera al nostro primo Piano di interventi da 20 milioni di euro per l’emergenza idrica in Sicilia». 

È stato il presidente della Regione Renato Schifani a rendere noto l’ok ricevuto dal dipartimento nazionale della Protezione civile. Il programma predisposto dalla cabina di regia, guidata dallo stesso governatore e coordinata dal capo della Protezione civile regionale Salvatore Cocina, prevede la rifunzionalizzazione di pozzi e sorgenti, l’acquisto e la sistemazione di autobotti e la riparazione di alcune reti di interconnessione.

Nella strategia contro la siccità rientrano anche i 90 milioni di euro previsti nell’accordo Fsc 2021-27, firmato di recente con la premier Meloni, per la riattivazione dei tre dissalatori di Trapani, Gela e Porto Empedocle.

Continua a leggere

Attualità

Pagine di politica, appuntamento alle 18.40

Pubblicato

il

Il ballottaggio, l’astensionismo, la visione per questa martoriata città. Se ne parla questa sera a Pagine di Politica, l’approfondimento giornalistico del venerdì, condotto da Massimo Sarcuno. In studio saranno presenti l’onorevole Peppuccio Arancio (Pd) e il consigliere Ignazio Raniolo (Fdi).

Collegamenti telefonici con l’onorevole Miguel Donegani, con il già candidato sindaco Filippo Franzone e con l’assessore alla Pubblica istruzione Salvatore Incardona. Appuntamento alle18.40 su Radio Gela Express (Fm 100.300 Mhz) e in streaming live sui canali social del gruppo editoriale.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852