Seguici su:

Attualità

Venerdì santo, la preghiera del vescovo per la città

Pubblicato

il

Le statue del Cristo e dell’Addolorata sono in chiesa Madre. Non c’è la via Crucis itinerante, non ci sono le migliaia di fedeli che vanno in processione al Calvario in attesa dell’ora fatidica, mezzogiorno, quando il corpo del Cristo agonizzante viene issato sulla croce dai sacerdoti. La seconda – e speriamo ultima – Settimana santa in tempo di pandemia entra nella sua fase più intensa ed importante. Anche in questo 2021 rituali, celebrazioni e tradizioni sono fortemente limitate dalla pandemia, così questa mattina le 14 stazioni del percorso di Gesù verso la Croce sono state lette e meditate dentro la parrocchia di Maria Ss. Assunta in cielo dal parroco don Vincenzo Cultraro e da don Rosario Sciacca. Era presente anche il vescovo della diocesi di Piazza Armerina, mons. Rosario Gisana, che nel suo messaggio conclusivo ha rivolto un pensiero commosso ai poveri e ai sofferenti. Quindi la benedizione alla città e a tutto il suo territorio, per chiudere poi con un breve momento di raccoglimento particolarmente significativo, una preghiera al cospetto delle statue del Cristo e di Maria Addolorata.

Un inizio d’anno particolarmente difficile per Gela, con il boom di contagi a gennaio e la zona rossa, numerosi decessi, tante povertà e altrettante sofferenze. Proprio dalle chiese diocesane e locali potrebbe arrivare in questo tempo di Pasqua un segno di speranza, dato che domani parte l’iniziativa della vaccinazione nelle parrocchie per chi ha un’età compresa tra 69 e 79 anni, il frutto di un’intesa tra Regione e Comunità episcopale siciliana: a Gela ci si potrà vaccinare nelle parrocchie di San Giacomo, San Giovanni evangelista e San Rocco previa prenotazione da fare contattando i rispettivi parrochi (don Luigi Petralia, don Giuseppe Siracusa, don Enzo Romano).

Nel frattempo, a proposito della crescita della curva dei contagi in città negli ultimi giorni, il sindaco Lucio Greco lancia un appello «a non ripetere gli errori di fine ottobre e di Natale, perché con tutte le varianti che corrono veloci l’attenzione deve essere massima. Sta a noi fare in modo che il ritorno alla normalità non si allontani». Un invito, l’ennesimo, a mantenere alta la guardia in questo Venerdì santo di passione a tutti i livelli, per una città che tra devozione e tradizione cerca di superare anche quest’altro momento difficile.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Alla ricerca di fondi per ristrutturare l’ Ipab Aldisio

Pubblicato

il

C’è un bando dell’Assessorato regionale alla famiglia che consente ai Comuni, in forma singola o associata, di partecipare per ottenere fondi utili al restauro di edifici da usare per servizi alle fasce deboli.

Il sindaco Lucio Greco ed il commissario dell’Ipab Antonietta Aldisio Giuseppe Lucisano hanno siglato un protocollo d’intesa per partecipare al bando, con il Comune come ente capofila, e chiedere i fondi per completare i due padiglioni dell’edificio di via Europa inutilizzabili fino ad oggi. Si potrà così creare un centro diurno per anziani ma anche ospitare un numero maggiore di anziani in quella che è l’unica struttura del territorio dedicata a questi soggetti fragili. In caso di finanziamento sarà il Comune a curare l’appalto dei lavori. L’iniziativa punta a rilanciare la struttura ampliando le attività – e di conseguenza i posti di lavoro  – dopo le turbolente vicende che si sono verificate due anni fa.

Continua a leggere

Attualità

Gli uffici di Caltaqua di Gela chiusi per due giorni

Pubblicato

il

Caltaqua ha comunicato che a causa di lavori imprevisti e urgenti da effettuare all’interno degli uffici di Gela, questi rimarranno chiusi al pubblico nelle giornate di domani 20 e dopodomani 21 gennaio. Resta operativo il call center ai numeri 0934-23478 oppure 800 180 204.

E’ possibile, inoltre, trovare tutte le informazioni sul nostro sito ufficiale www.caltaqua.it  

Caltaqua si scusa per il disagio

Continua a leggere

Attualità

“Scusate il disturbo”, il maestro Iudice partecipa al progetto artistico-solidale

Pubblicato

il

Il maestro Giovanni Iudice partecipa con una propria opera, all’asta per Sotheby’s, all’iniziativa solidale “Scusate il disturbo”. Un progetto artistico che abbraccia l’attenzione ai problemi di salute mentale, in favore della onlus “Il volo” di Monticello Brianza: una cooperativa che sostiene giovani con Disturbo borderline della personalità.  

La prima parte dell’iniziativa è prevista online in programma dal 21 gennaio al 4 febbraio, mentre il momento in presenza è fissato per il 7 febbraio al Piccolo teatro Grassi di Milano. Il pittore gelese prende parte a “Scusate il disturbo” con un’opera realizzata lo scorso anno e intitolata “Il mare di Gela”, pastello su base litografica metodo Glicèe (retouche) 41×60 cm.

(Nella foto, l’opera “Il mare di Gela” con cui Giovanni Iudice partecipa all’asta benefica)

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852