Seguici su:

Attualità

Anoressia e dipendenze, Fondazione Ananke: «Scorretto parlare di devianza rispetto ai Dca»

Pubblicato

il

Ad una settimana dal Meeting 2022, intitolato “Una passione per l’uomo”, resta centrale il dibattito intorno ai Dca per Fondazione Ananke, che sottolinea l’importanza di una corretta dialettica sul tema. «Parlare di devianza rispetto ai disturbi del comportamento alimentare rischia di escludere la sofferenza riducendo il dolore di chi ne soffre ad una mera controversia sul piano pedagogico». Partono da questa riflessione di Luigi Cabua, membro del comitato scientifico, le considerazioni di alcuni professionisti della Fondazione Ananke di Villa Miralago, che conta tra i maggiori esperti in Italia a occuparsi quotidianamente di questi disagi. I dati più recenti dell’Istituto Superiore di Sanità hanno mostrano, a questo proposito, che a soffrire di disordini alimentari sono circa 3 milioni di italiani, in prevalenza giovani e giovanissimi.

Alberto Pozzoli, Presidente della Fondazione, dichiara infatti che «dovrebbe esserci in primis maggiore consapevolezza e conoscenza di queste patologie psichiatriche, solo così sarebbe possibile creare reti che possano garantire le cure». Per gli esperti della rete Ananke la creazione di etichette è pericolosa, perché induce l’idea che sia possibile una soluzione magica e semplicistica e non stimola la cura che invece dovrebbe essere una scelta consapevole e faticosa. «L’uso di slogan intorno al disagio mentale e, da qualsiasi parte provenga, alimenta la solitudine» affermano Alessandro Poddesu e Simona Pisu, psicoterapeuti e responsabili per la Sardegna di Ananke. L’utilizzo di linguaggi appropriati e la necessità di dare peso alle parole, sembra infatti un elemento essenziale per avvicinarsi a giovani con identità già tanto fragili. Per Eugenia Dozio, coordinatrice dell’equipe nutrizionale di Villa Miralago, «la svalutazione della sofferenza dei pazienti e delle loro famiglie “crea il vuoto” che ulteriormente disorienta la cura e aumenta il senso di impotenza». Nuccia Morselli, psicologa e psicoterapeuta, aggiunge: «La professionalità degli psicologi e degli esperti deve essere consultata quando sui tavoli tecnici si dispongono piani di intervento nelle politiche giovanili, scolastiche ed educative».

Per Domiziana Giola, psicoterapeuta di Como, «serve maggiore consapevolezza dei fenomeni clinici che ci circondano per orientare il pensiero e le azioni anche di coloro che ci governano». Fenomeni criminali quali le baby gang, non possono certo essere messi sullo stesso piano di patologie che causano sofferenza in migliaia di giovani. In definitiva, se non si posseggono le necessarie competenze, è probabilmente meglio astenersi dal commentare imprudentemente fenomeni estremamente complessi. Può essere sbagliato, infatti, sia accomunare le dipendenze patologiche, le anoressie e l’obesità alle cosiddette “devianze” giovanili, sia, altrettanto errato, inneggiare a queste ultime.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Banco alimentari senza alimenti: appello alla solidarieta’

Pubblicato

il

Il Banco alimentare senza alimenti e proprio in tempo di Natale, quando i sentimenti di solidarieta’ si esprimono ai massimi livelli l’ espressione ha un sapore di ossimoro. La causa è da ricercare alla Colletta nazionale che si è inceppata nell’ organizzazione e ha creato un buco nella distribuzione alimentare quindi a Gela è arrivato un quarto dei prodotti che vengono assegnati di consueto con il conseguente disagio per chi ha gia’ bisogno d’ aiuto.

“La Caritas della parrocchia San Domenico Savio – dice Renato Messina – fa appello a tutta la cittadinanza affinche’ si organizzi una raccolta alimentare per la distribuzione pacchi alimentari per le famiglie bisognose da distribuire in questo periodo di Natale.


Le derrate alimentari fornite dal banco alimentare per il mese di dicembre non sono sufficienti, e coprono appena il 20% del fabbisogno rispetto alle quantita’ assegnate normalmente alle 400 famiglie iscritte ed in stato di indigenza nella nostra sede caritativa.
Si spera nella collaborazione di molti per dare un po’ di serenità e regalare un sorriso alle famiglie meno fortunati”. Le donazioni delle derrate alimentari possono essere consegnate nei locali della Caritas parrocchiale, nei giorni d’apertura: lunedì, mercoledì e venerdì pomeriggio dalle ore 17 00 alle ore 19:30

Continua a leggere

Attualità

Giovanissimi rotariani incontrano militari USA

Pubblicato

il

Il Rotary Club Gela assieme ai ragazzi dell’Interact Club Gela ed ai bambini del Rotary Junior incontreranno sabato 10 Dicembre al PalaLivatino di Gela, i Marinai Americani del U.S. Naval Hospital di Sigonella.
Il progetto è destinato a tutti i bambini e si tratta di una giornata dedicata all’interazione interculturale tra i bambini del Rotary Junior e i Militari Americani in una serie di percorsi di ginnastica motoria e giochi divertenti curati dalla maestra Filippa Ciaramella, e la contemporanea interazione tra i ragazzi dell’Interact ed i militari americani che si occuperanno della simultaneità della traduzione Inglese-Italiano in un’affascinante esperienza d’interculturalità linguistica.

Continua a leggere

Attualità

Terremoto: le indicazioni del sindaco in diretta sui social

Pubblicato

il

Il sindaco Lucio Greco, in diretta sui social, ha confermato che le scosse di terremoto avvertite alle 21.20 in città non hanno causato danni a persone o cose.

Il primo cittadino ha reso noto che il Coc comunale è operativo ed è in contatto con la Protezione civile.

Ha poi invitato i cittadini, in caso altre scosse, a raggiungere slarghi, piazze e luoghi in cui non vi siano case.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852