Seguici su:

Attualità

Polo idrogeno allo studio

Pubblicato

il

Polo di Alta Tecnologia per l’Idrogeno: dopo aver ricevuto, oggi pomeriggio, i protocolli firmati e sottoscritti dai rappresentanti istituzionali di tutti i comuni dell’area di crisi complessa e di tutti i soggetti a vario titolo coinvolti, il Comune di Gela passa alla seconda fase: l’invio all’assessorato regionale all’Energia della pec contenente la propria istanza per la candidatura ad ospitare il centro di ricerca, come da Avviso Pubblico della Regione Sicilia del 18 marzo 2021.

Già all’indomani della evidenza pubblica, il Comune di Gela, in qualità di soggetto promotore e capofila dell’Area di Crisi Industriale Complessa, si era attivato per coinvolgere tutti i rappresentanti delle Sigle Sindacali, ENI, Sicindustria Caltanissetta, Università KORE di Enna e Operatori di settori in un primo momento di confronto, per manifestare la volontà di candidarsi, dimostrare le competenze in proprio possesso e le attività da porre in essere per supportare l’ambiziosa iniziativa. Successivamente, nel corso di un secondo incontro, è stata chiesta la collaborazione  dei Sindaci di Niscemi, Mazzarino, San Cono, Acate, Vittoria, Caltagirone, Mirabella Imbaccari, San Michele di Ganzaria, Butera, Riesi, Caltanissetta, Delia, Marianopoli, Montedoro, San Cataldo, Santa Caterina Villarmosa, Serradifalco, Sommatino, Aidone, Barrafranca, Piazza Armerina, Pietraperzia. Alla videoconferenza di oggi in rappresentanza del Comune di Gela c’erano il Sindaco Lucio Greco, il suo vice Terenziano Di Stefano e l’ing. Pietro Inferrera, esperto del Comune per la pianificazione strategica.

“Oggi abbiamo ratificato tutto il lavoro degli ultimi 15 giorni, – ha commentato Pietro Inferrera sono arrivate tutte le delibere di giunta e abbiamo siglato virtualmente il protocollo d’intenti. Tutto questo, insieme al documento tecnico di Eni, fa si che si possa presentare la nostra candidatura, forte ed unitaria, ad ospitare il centro e ad intraprendere percorsi di coinvolgimento, promossi dal Dipartimento Energia Regionale, con altri territori che dimostrino di avere un alto contenuto imprenditoriale”.

Nel ringraziare i partecipanti per l’appoggio che hanno garantito al Comune di Gela, il Sindaco Lucio Greco ha affermato:“Come amministrazione comunale non possiamo che apprezzare questi momenti di confronto con i rappresentanti di categoria, i sindaci, l’ateneo di Enna e tutti gli interlocutori che stanno aderendo a questa strategica iniziativa di respiro regionale e nazionale. E’ possibile fare sistema e farlo bene, e speriamo ora che la candidatura possa trovare il giusto sostegno a livello regionale. Al di là di tutto, però, – ha concluso Greco – auspico che questa fattiva collaborazione possa andare avanti”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Da ascoltare. In  cerca di soluzioni

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Antiracket con il punto interrogativo

Pubblicato

il

Si svolgerà oggi alle 18 l’assemblea dei soci dell’associazione antiracket Gaetano Giordano per eleggere il direttivo da cui poi si sceglierà il presidente.

Tredici i candidati. Tre giorni fa il Prefetto di Caltanissetta ha cancellato l’associazione dall’albo prefettizio ma gran parte degli iscritti rimasti ritiene di dover andare avanti lo stesso procedendo con le elezioni per poi presentare ricorso contro il decreto. Pare inoltre che l’ex presidente Renzo Caponetti stia lavorando per fondare una nuova associazione.Una situazione in divenire con risvolti non prevedibili.

L’unico dato certo è che l’immagine di Gela ha subito un grave danno per gli errori e gli scivoloni di un’associazione considerata un modello italiano.

Continua a leggere

Attualità

Il ministro Salvini: ecco i fondi per la tangenziale di Gela

Pubblicato

il

395milioni di euro per il completamento della tangenziale di Gela.

“I fondi ci sono: la Corte dei conti ha registrato la delibera Cipess del 27 dicembre scorso, con la quale è stato approvato l’aggiornamento 2022 del Contratto di programma Anas del valore di 4,5 mld, rendendo così disponibili le risorse per emanare i bandi. Lo schema di progetto anche. I lavori interesseranno le statali n. 626 e n. 115, relativi ai lotti 7 e 8 di completamento della tangenziale gelese. Un’arteria strategica, che collegherà strade fondamentali per la viabilità locale, aprendo due varchi essenziali verso Catania e Caltanissetta ed il resto della Sicilia. Vogliamo far ripartire i cantieri e sbloccare opere. Non ci fermeremo”. Lo dice il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852